Vai al contenuto

“Schlein, chi era costei?”. Il sondaggio che asfalta la nuova segretaria Pd: numeri impietosi

Pubblicato il 03/03/2023 08:39 - Aggiornato il 03/03/2023 08:50

Neanche il tempo di festeggiare il successo alle primarie del Pd, che l’hanno incoronata segretaria del partito, ed ecco che Elly Schlein ha subito cercato di rimboccarsi le maniche per farsi conoscere dagli italiani. Sì perché nonostante la sorprendente vittoria su Stefano Bonaccini, dato da tutti come favorito nel ruolo di successore di Enrico Letta, non tutti sembrano conoscere il nuovo volto della sinistra italiana, pronta ora a dar battaglia a Giorgia Meloni. Non ci credete? Basta dare un’occhiata all’ultimo sondaggio realizzato dall’istituto Ipsos e presentato da Nando Pagnoncelli durante il programma Dimartedì per rendersi conto che il problema principale di Schlein sembra essere quello di dover uscire dall’anonimato. Il suo nome e le sue foto circolano sui giornali da mesi, ma gli italiani non sembrano essersene affatto accorti. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Elly Schlein? Una statuina costruita da…”. Paragone disintegra così la nuova segretaria Pd (VIDEO)

schlein sondaggio pagnoncelli

Secondo la rilevazione Ipsos, un italiano su tre dice addirittura di non conoscerla. E questo, per chi spera di vincere le prossime elezioni politiche, è ovviamente un dato drammatico. Pagnoncelli ha presentato un sondaggio tarato ad hoc sull’universo femminile, chiedendo innanzitutto agli intervistati chi tra Schlein e Meloni li facesse sentire più sicuri. Ecco il risultato. (Continua a leggere dopo la foto)

“Il 41 per cento indica la presidente Meloni, il 25 indica Schlein, il 34 non si esprime – ha spiegato Pagnoncelli – dobbiamo altresì dire che Schlein non è conosciuta dalla totalità della popolazione e quindi è un po’ penalizzata dal punto di vista del risultato”. Altro quesito, un giudizio generale sulla nuova segretaria dem: “Il 35 per cento la considera moderna, il 29 ideologica ma il 36 per cento non la conosce e non esprime un giudizio”. (Continua a leggere dopo la foto)

Nonostante gli elettori dem l’abbiamo preferita a Bonaccini, insomma, la maggioranza degli italiani continua a ignorare Schlein, non sapendo nemmeno chi sia. Pagnoncelli ha concluso con una domanda sulle possibili coalizioni: “Chi guiderebbe meglio l’Italia, l’attuale maggioranza di governo con Meloni, Silvio Berlusconi e Matteo Salvini o una coalizione con Schlein, Giuseppe Conte e Carlo Calenda?” Il 38 per cento degli intervistati ha indicato la prima, il 32 la seconda mentre il 30% non ha risposto.

Ti potrebbe interessare anche: “Per lui e per la moglie”. Giro di incarichi, Franceschini all’incasso dopo la vittoria di Elly Schlein. Il retroscena