in

“Sarai libero soltanto se…”. Il pericoloso rischio che corriamo se accettiamo il Green Pass

Di Salvatore Cincotta.

COLORO CHE HANNO IL GREENPASS PENSANO CHE LE NUOVE LIMITAZIONI NON LI RIGUARDINO… E invece no: le nuove disposizioni in merito al Green Pass riguardano proprio tutti.

Il Green Pass che avete vi è stato rilasciato perché avete aderito in maniera volontaria o “spontanea” ad una vaccinazione sperimentale collettiva.

La storia purtroppo non è finita lì, non siete diventati immuni, avete sempre la possibilità di contagiare, di essere contagiati, in “maniera lieve” anche se quello che sta accadendo nei paesi che hanno vaccinato tutta la popolazione non lo conferma.

Ma il problema vero è un altro. Stanno facendo accettare a tutti una idea.

Sarai libero soltanto ad una condizione…
“Se ti consentiranno di esserlo” a tal punto di mettere in discussione anche il sacrosanto diritto al lavoro e alla libera circolazione.

Oggi ti concedono il Green Pass se hai fatto il vaccino, domani magari te lo concederanno se hai pagato tutte le multe, se sei in regola con il pagamento delle tasse, se hai pagato la tassa della televisione, se hai pagato l’IMU, se hai fatto la revisione dell’auto, se hai pagato l’assicurazione, se non sei scoperto in conto corrente, se hai pagato tutte le rate del mutuo e chi più ne ha ne metta…

Quando qualcuno confronta la situazione attuale con i momenti nefasti del passato non é una esagerazione, dovrebbe essere un momento di impegno alla riflessione.

Esenzione dal Green pass: ecco chi può fare a meno del certificato

Bidelli in sciopero contro il Green pass: preside costretto a rimandare a casa 700 ragazzi