Vai al contenuto

“Caro Lenin, l’Europa che stanno costruendo è come l’Urss…”. L’affondo di Paragone sull’Ue

Pubblicato il 06/02/2023 12:57

Grande successo per la serata organizzata da Italexit Reggio Emilia presso l’hotel Remilia, durante la quale è intervenuto anche il fondatore del partito Gianluigi Paragone. Con tanti temi sul tavolo, da quel Mes dietro il quale si nascondono le trappole dell’Europa fino agli insetti a tavola, da tempo eletti a “cibo del futuro” dalle élite mondiali. Un incontro introdotto dall’avvocato Erica Romani, come riportato dalla testata Next Stop Reggio, che ha parlato proprio dei rischi che potrebbero derivare dall’inserimento degli insetti negli alimenti italiani: il prossimo che potrebbe sbarcare nei supermercati è il grillo domestico in polvere, dopo l’approvazione già arrivata per tarme della farina essiccata e locusta migratoria. Un processo che va di pari passo con la guerra dichiarata ai prodotti tipici del made in Italy, dai formaggi ai vini, sempre più penalizzati da etichette che allontanano i consumatori. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Paragone asfalta la Francia in diretta a La7: “Tutta colpa loro, se li devono tenere” (il VIDEO)

Sul tema è intervenuta anche la nutrizionista Monica Romani, che ha spiegato dal punto di vista scientifico i rischi per la salute derivanti dal consumo di insetti, ponendo moniti importanti: “Attenzione alle persone con allergie alimentari, essendo molte di queste connesse alle proteine e attenzione a chi è sottoposto a certe cure farmacologiche”. (Continua a leggere dopo la foto)

Un tema caro anche a Paragone, che ha spiegato: “Non tutti lo sanno, ma il consumo di farine di grillo può provocare reazioni dannose nelle persone allergiche ai crostacei, ai molluschi e agli acari della polvere. Inoltre il substrato con cui vengono alimentati gli insetti contiene ulteriori allergeni che possono risultare presenti negli alimenti. Ce n’è abbastanza per chiedere che non sia consentito l’utilizzo di farine di insetto, almeno finquando non saranno realizzati studi seri e approfonditi sulle conseguenze che possono provocare!”. (Continua a leggere dopo la foto)

paragone lenin europa urss

Paragone a Lenin: “Questa Europa è come l’Urss”

Paragone si è poi recato a Cavriago per una diretta social in piazza Lenin, dove ha simulato una conversazione con la statua dell’ex leader dell’Urss: “Caro compagno, l’Europa che stanno costruendo è un po’ come l’Unione Sovietica: se messo in controluce, il progetto dell’Unione Europea ricalca i fondamentali dell’Urss, dove i popoli devono rimanere soggiogati e costretti e stretti dentro ciò che dicono loro. Quindi, più che la von der Leyen, dovremmo recuperare i marxisti leninisti alla guida…ma di fatto…ci sono già”.

Ti potrebbe interessare anche: “Plebaglia?” E Paragone sbotta: così zittisce Prado in diretta. Lo scontro (il VIDEO)