in

Costretta a vaccinarsi dal tribunale, Olga muore poco dopo: tutta la rabbia della famiglia

Pubblicato il 27/07/2022 08:28

Sembra una storia impossibile eppure in Italia, durante le follie imposte da Speranza&Co., è successo anche questo: una signora anziana, pienamente nelle facoltà di intendere e di volere, aveva deciso e richiesto di non vaccinarsi. La donna, però, è stata comunque costretta a vaccinarsi, una vaccinazione coatta, ordinata da chi? Nientepopodimeno che dal Tribunale di Parma. Per questo ieri, 26 luglio, il Sindacato d’Azione ha organizzato una manifestazione davanti al tribunale per la Signora Olga. Perché la storia di questa anziana ha poi avuto un esito tragico. (Continua a leggere dopo la foto)

Il responsabile sanitario della RSA di Langhirano, dove la Signora era ricoverata, ha richiesto l’autorizzazione al Tribunale di Parma per la vaccinazione. Autorizzazione, come riporta Byoblu, puntualmente concessa dal giudice, la D.ssa Giovetti. Cosa è successo poi? La Signora Olga è deceduta dopo pochi giorni dall’inoculazione. La morte è stata denunciata all’apposita autorità come evento avverso. (Continua a leggere dopo la foto)

Possibile che ora nessuno paghi per questa ennesima vita strappata all’affetto dei cari per un volere politico, antiscientifico e privo di ogni logica morale e civile? Possibile che nessuno paghi per le tante vite, ormai davvero troppe, che se ne sono andate non per il virus ma per delle scelte politiche che non hanno mai avuto nulla a che fare con la Scienza? Ecco, su questo dovrebbe intervenire il tribunale, su questo dovrebbe fare luce la magistratura. (Continua a leggere dopo la foto)

Che la signora Olga riposi in pace. Intanto l’attivismo da chi è in prima linea in questa battaglia continua su più fronti. Dal canto nostro noi lo facciamo continuando a raccontare queste storie censurate dei media di governo e continuando a fare controinformazione, raccontando tutti gli studi che vengono pubblicati su eventi avversi e effetti collaterali, su morti post vaccino e analizzando i dati ufficiali dell’Istituto Superiore di Sanità. Certi che piano piano la verità verrà a galla. E allora poi qualcuno dovrà renderne conto davanti agli italiani e davanti alla propria coscienza, ammesso che ne abbia una.

Ti potrebbe interessare anche: “Questa è la sua eredità”. Bob Kennedy Jr spiega perché Montagnier è stato importante per tutti noi

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“I sanitari tornino tutti al lavoro”. La clamorosa retromarcia degli Ordini sui medici non vaccinati

Superbonus, novità sullo sblocco dei crediti fiscali: cosa c’è da sapere