Vai al contenuto

Navalny, “lividi e convulsioni”. I misteri sul corpo e le parole dei medici

Pubblicato il 18/02/2024 17:33 - Aggiornato il 19/02/2024 10:55

La morte di Alexey Navalny, come prevedibile, è diventata un caso internazionale. Con accenti da guerra fredda, visti gli attacchi dello stesso Biden a Putin, accusato di aver fatto eliminare un avversario scomodo. L’attenzione del mondo ora è posta sui risultati dell’autopsia. Ma già cominciano a filtrare alcune indiscrezioni, pubblicate dalla Novaya Gazeta Europa. Si dice che sabato l’autopsia non fosse ancha stata eseguita. Ma una fonte ha rivelato che sul corpo ci sarebbero dei lividi. “Da paremedico esperto”, ha dichiarato il testimone, “posso dire che le ferite descritte da coloro che le hanno viste sembrano essere dovute a convulsioni… Hanno anche detto che aveva un livido sul petto, del tipo che deriva dal massaggio cardiaco indiretto. Quindi hanno cercato di rianimarlo, e probabilmente è morto per arresto cardiaco”. (continua dopo la foto)

potrebbe interessarti anche https://www.ilparagone.it/attualita/no-vax-in-carcere-provvedimento-choc-di-macron-e-scoppia-la-rivolta-con-il-decreto-pfizer-cosa-sta-succedendo/

Ma, e non è un particolare da poco, “nessuno dice nulla sul motivo per cui avrebbe avuto un arresto cardiaco”. Non è il solo mistero in tutta questa intricata e tragica vicenda. Molti dubbi riguardano anche il corpo di Navalny e la sua attuale ubicazione. Sempre secondo la Novaya Gazeta, “dopo la morte improvvisa il corpo è stato inizialmente portato nella città di Labytangi, a 36 chilometri dalla colonia penale” dove Navalny è deceduto. Le spoglie sarebbero poi state trasferite all’ospedale clinico distrettuale nella capitale regionale di Salekhard. Una procedura che, secondo un altro paramedico, non sarebbe quella usuale. “Lo hanno portato all’obitorio e poi due poliziotti si sono piazzati davanti alla porta”, ha affermato questo testimone. “Naturalmente tutti volevano sapere che cosa fosse successo e se stessero cercando di nascondere qualcosa di serio”. (continua dopo la foto)

In seguito è stato confermato che il corpo era quello di Navalny e che la sua morte “non era di natura criminale”. Cioè l’oppositore di Putin non è stato ucciso da colpi di arma da fuoco. Da qui in poi le fonti sono discordanti. Qualcuno afferma che ai ai patologi dell’ospedale sia stato impedito di effettuare l’autopsia. Secondo altri, invece, sono stati gli stessi medici a rifiutarsi. Altri ancora hanno parlato di una equipe di medici provenienti da Mosca per cercare di capire di che cosa effettivamente sia morto Navalny. Comunque sia, questo caso sta creando sconcerto e reazioni che non sembrano decisamente destinate a esaurirsi in breve tempo. E creano ulteriori fratture in una situazione geopolitica mondiale già molto complicata.

potrebbe interessarti anche https://www.ilparagone.it/attualita/conti-correnti-di-vetro-e-controlli-a-tappeto-leuropa-vara-il-grande-fratello-fiscale-ecco-cosa-cambia/