Vai al contenuto

Vaccino Covid, ecco il vero obiettivo. L’annuncio di Moderna e la “nuova era” della medicina made in Big Farma

Pubblicato il 11/04/2023 11:31
Moderna vaccino cancro

L’azienda americana Moderna, big della farmaceutica ormai nota ai più per i suoi “vaccini” a mRna anti-Covid, ha annunciato una prossima rivoluzione nella medicina. Una rivoluzione fatta a colpi di vaccini, ovvio. La promessa è che potrebbero arrivare entro il 2030 i primi vaccini al mondo contro il cancro, le malattie cardiovascolari e quelle auto-immuni. Lo riferisce il Guardian. “L’esperienza maturata con il vaccini anti-Covid – precisa Moderna – ha permesso agli studi sui vaccini anti-cancro di far accelerare la ricerca, tanto che l’equivalente di 15 anni di progressi sono stati raggiunti in soli 12-18 mesi”. Secondo il direttore sanitario di Moderna, il dottor Paul Burton, questi vaccini potrebbero essere pronti in appena cinque anni. Ma come funzionano? (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Così uccidiamo il vaccino”. Aifa sapeva ma ci ha nascosto la verità: la scoperta choc di Fuori dal Coro (VIDEO)
>>> Lieta sorpresa per Mario Giordano. Il giornalista esulta: “La verità paga”. Asfaltati Floris e Berlinguer

“I vaccini che arriveranno – spiega Burton – saranno molto efficaci, e salveranno centinaia di migliaia se non milioni di vite”. Sull’efficacia, visto quanto successo con il Covid, ci sarebbero già molti dubbi. Spiega ancora il direttore sanitario di Moderna: “Credo che saremo in grado di offrire vaccini personalizzati anti-cancro contro numerosi diversi tipi di tumore alla popolazione mondiale“. I vaccini anti-cancro funzioneranno in questo modo: “Come primo passo una biopsia sulle cellule tumorali identificherà le mutazioni non presenti nelle cellule sane. Successivamente un algoritmo identificherà quali mutazioni stanno determinando la crescita del tumore e sono in grado di attivare il sistema immunitario”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Contratti sui vaccini? Se li rendete pubblici…”. Siamo alle minacce: la mossa di Big Pharma per nascondere la verità

Come funziona il vaccino contro il cancro

E qui torna la tecnologia a mRna, perché “verrà creata una molecola di Rna messaggero (mRna) con le istruzioni per produrre gli antigeni che causeranno una risposta immunitaria. La mRna, una volta iniettata, si tradurrà in parti di proteine identiche a quelle presenti nelle cellule tumorali. Le cellule immunitarie li incontrano e distruggono le cellule tumorali che trasportano le stesse proteine”. Un vaccino contro il cancro a base di mRNA allerterebbe il sistema immunitario di un cancro che sta già crescendo nel corpo di un paziente, in modo che possa attaccarlo e distruggerlo, senza distruggere le cellule sane.

Ti potrebbe interessare anche: “Andranno tutte buttate”. Caldaie, arriva la legge: saranno illegali. Ecco entro quando sostituirle