Vai al contenuto

“Ecco perchè non vado più in tv”. La Maglie dall’ospedale saluta i suoi fans e spiega cosa le è successo (LA FOTO)

Pubblicato il 03/12/2022 10:38 - Aggiornato il 23/05/2023 08:50

Bruttissima disavventura per Maria Giovanna Maglie che ai trova ricoverata in ospedale “per una serie di interventi chirurgici da quasi due mesi. Ecco la ragione della mia latitanza. Fate il tifo per me”, ha scritto la giornalista in un post su Facebook. Poi è lei stessa a raccontare cosa è successo: “Ero in tv, la notte della maratona elettorale, ospite a Quarta Repubblica… A un certo punto mi si è come spenta la luce”, racconta la Maglie al Corriere della Sera dal suo letto d’ospedale. È stato il momento più difficile della sua vita, il cuore stava per cedere. Quindi un intervento d’urgenza all’European hospital di Roma le ha salvato la vita. Poi però si sono sommate delle complicazioni, “una dopo l’altra, una maledizione. Non sono in punto di morte”, aggiunge ironica la giornalista. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Addio a Maria Giovanna Maglie”. La giornalista se ne è andata a 70 anni

“Per fortuna – continua Maglie – sono in un ospedale straordinario e sarò eternamente grata al professor Ruggero De Paolis, che mi ha operata. Sembrava tutto a posto. Poi si è rotto lo sterno per ben due volte, quindi altre due operazioni… Ora le cose vanno meglio, ma ci vorrà tempo”. Di certo appena uscirà dall’ospedale, farà “una bella passeggiata nel centro di Roma, anche se è sempre più lurido. Vorrei tanto prendermi un aperitivo a Campo de’ Fiori, guardando per aria. Con il mio compagno Carlo, che mi sta sostenendo in modo incredibile”. (Continua a leggere dopo la foto)

l post dal letto di ospedale è stato seguito da “decine di migliaia di messaggi, un riscontro del tutto inatteso che mi ha dato grande conforto”. Tra gli “avversari” che “mi vogliono bene” Luca Telese a David Parenzo. La prima cosa che farà fuori dall’ospedale sarà “una bella passeggiata nel centro di Roma. Nell’intervista, Maglie spiega anche che non è “mai stato vero” che si sarebbe dovuta candidare con il centrodestra alle elezioni politiche: “Quello che fanno i deputati è benemerito. Ma poi ho capito che il parlamento non è per me”. (Continua a leggere dopo la foto)

Ultime battute dedicate all’amata politica. Dice Maglie: “Io ho contestato il governo Draghi per tutto il suo mandato, criticando anche i partiti che ne componevano la maggioranza, Lega compresa, senza distinzione alcuna. Sostenere questo esecutivo, tra Covid, obblighi vaccinali e crisi economica, è stato un suicidio. Per questo il risultato alle urne non mi ha sorpreso per niente”.

Ti potrebbe interessare anche: “Una Repubblica fondata su un siero sperimentale”. Paragone asfalta la Corte Costituzionale sull’obbligo (il VIDEO)