x

x

Vai al contenuto

L’Italia va alla guerra. Si apre un altro fronte: “Previsto l’uso della forza”. Cosa sta succedendo

Pubblicato il 22/01/2024 08:19

Il fronte del Mar Rosso è aperto, ed è l’ennesimo. Ed è anche ora di correre ai riparti visto l’importanza che quel posto ha come snodo commerciale. Per questo anche I l’Italia ha preso una decisione: intervenire. E lo fa al fianco di Francia e Germania in una “missione difensiva” per proteggere le navi nell’area sotto attacco. La nuova missione militare dell’Ue si chiamerà Aspides, e avrà il compito di difendere “anche con l’uso della forza se necessario” le navi mercantili nel Mar Rosso. Questo perché l’impatto di questi blocchi e di questi attacchi è già molto rilevante sul commercio internazionale. Come rivela il Corriere, che ha potuto visionare un documento esclusivo siglato da Roma, Parigi e Berlino, si sottolinea che la missione militare avrà “compiti difensivi”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Borgonovo: “Ecco l’eredità avvelenata di Speranza”. La denuncia: “Genitori, a scuola fate attenzione a questo…”

Italia, Francia e Germania “invitano l’Alto Rappresentante a mettere in atto tutti i possibili sforzi diplomatici per assicurare che il mandato e le attività di Aspides godano del più alto grado di comprensione possibile nella regione e oltre”. E invitano gli Stati membri “a considerare favorevolmente la loro partecipazione, con mezzi navali o contributi di personale”. Ora si tratta di capire quanti Paesi contribuiranno con navi da guerra. C’è anche l’ipotesi che a ospitare il quartier generale sia proprio l’Italia. Il ministro degli Esteri Antonio Tajani sottolinea che questa missione è importante anche perché potrebbe essere il primo passo per la “difesa comune europea”.

Ti potrebbe interessare anche: L’Europa vuole demolire le nostre auto. Ecco l’elenco di quelle da distruggere: “Non potete ripararle”. L’ultima follia