x

x

Vai al contenuto

“Patriarcato!”. Finiscono i funerali di Giulia Cecchetin e Laura Boldrini scatena la polemica (VIDEO)

Pubblicato il 05/12/2023 14:34 - Aggiornato il 06/12/2023 09:48

Neanche il tempo di vedere la fine dei funerali di Giulia Cecchetin, la ragazza veneziana uccisa dall’ex fidanzato Filippo Turetta, che subito è esplosa la polemica. Tutto è successo durante l’ultima puntata della trasmissione L’Aria che Tira, in onda su La7 e condotta da David Parenzo. Ospite in studio Laura Boldrini, che ha deciso di lanciare un messaggio molto forte a pochi minuti dal termine della cerimonia andata in scena alla Basilica di Santa Giustina a Padova, con la partecipazione di oltre 8 mila persone: “Non bisogna fare alle ragazze i corsi di autodifesa, bisogna insegnare ai ragazzi il rispetto delle donne, altrimenti è il mondo alla rovescia”. (Continua a leggere dopo la foto)
“Vergognoso”. Conte strappa il testo di legge in Aula, tensione alle stelle con il centrodestra (VIDEO)
Giulia Cecchetin, migliaia di persone al funerale. La lettera a sorpresa al padre commuove l’Italia

giulia cecchetin laura boldrini

“Questo è il mondo alla rovescia – ha poi aggiunto l’ex presidente della Camera, oggi esponente del Pd – quello in cui si dà alla donna la responsabilità della propria sicurezza. Invece di andare a formare una mentalità che sia di rispetto da parte dei ragazzi verso le ragazze. Elena (la sorella di Giulia, ndr) lo dice bene: non diamo la responsabilità alle ragazze di non uscire alla sera o vestirsi in un certo modo”. (Continua a leggere dopo la foto)

“Questo è il patriarcato – ha poi aggiunto ancora la Boldrini – è la mentalità di chi deve darci sempre lezioni. Di chi pensa che gli uomini siano sempre migliori, superiori, che l’uomo comanda e la donna deve eseguire. Se la donna non vuole eseguire e ti vuole lasciare tu arrivi anche a farla fuori perché esce dallo schema. Questo è il patriarcato, è molto semplice”. (Continua a leggere dopo la foto)

giulia cecchetin laura boldrini

Osservando la folla che si è presentata dentro e fuori la basilica di Padova per portare l’ultimo commosso saluto a Giulia, Boldrini si è abbandonata a una speranza: “Sono le piazze che riescono a cambiare il mondo. Questo femminicidio efferato di una ragazzina, che potrebbe essere nostra figlia, ha scosso anche le coscienze dei più resistenti. La famiglia non si è sottomessa al dolore, nella sofferenza è riuscita a rimanere lucida, soprattutto la sorella Elena, che ha fatto un attacco al patriarcato”.

Ti potrebbe interessare anche: “Drogati!”. Crepet sbotta in diretta: ecco contro chi picchia durissimo (VIDEO)