Vai al contenuto

“È mortificante aprire gli occhi e non sapere come sopravvivere… Uniamoci! ” L’appello e l’invito alla protesta del 20 marzo

Pubblicato il 16/03/2021 14:33 - Aggiornato il 16/03/2021 14:48

“Siamo stanchi, siamo distrutti, siamo disillusi. È passato un anno, eppure se non fosse per il calendario sembrerebbe di essere ancora nel 2020. Stesse paure, stesse incertezze per il futuro, stesse sensazioni di impotenza e incredulità… Noi non siamo loro… tu non sei loro! Uniamo le nostre voci, facciamoci sentire, restiamo uniti, la causa è giusta”.

Questo è l’appello lanciato dal gruppo di manifestanti che insieme a tutti i lavoratori e imprenditori, stanno promuovendo la giornata di protesta che si terrà sabato 20 Marzo, a Modena, in Piazza Grande, alle ore 15. L’invito a partecipare è rivolto a tutti coloro i quali si trovino in difficoltà: ristoratori, indotto della ristorazione, baristi, partite Iva, commercianti, titolari di palestre e scuole di danza, parrucchieri, estetisti, lavoratori dello spettacolo…

Di seguito riportiamo la lettera di riflessione inviataci da due dei promotori di questa iniziativa: Antonio Alfieri e Umberto Carriera.

“Cosa è cambiato da un anno a questa parte? Nulla, se non il nostro modo di affrontare la situazione. Ora siamo stremati, psicologicamente ed economicamente.

Nessuno ci vede e nessuno ci ascolta. Eppure siamo in tanti: ristoratori, baristi, commercianti, titolari di palestre e scuole di danza, parrucchieri, estetisti. In un anno abbiamo visto sfumare tutti i sacrifici di una vita di lavoro ed ora anche il futuro dei nostri figli è a rischio.

Cosa dobbiamo fare perché arrivi forte il nostro grido, la nostra disperazione, la nostra richiesta di aiuto? Il tempo è ormai agli sgoccioli… Le nostre attività non potranno reggere ancora molto.

È mortificante aprire gli occhi ogni mattina, dopo solo qualche ora di sonno, e non sapere cosa fare per poter sopravvivere. Così il cuore e l’anima si distruggono. Vedere i nostri locali chiusi, silenziosi, senza vita… Perchè non riusciamo a non fare ciò che più amiamo, perchè la situazione odierna mina il fisico, ma ciò che più sta soffrendo ora è l’Anima.

Quindi… ASCOLTATECI!!!! SABATO 20 MARZO saremo a Modena, in Piazza Grande per unire la nostra voce alla vostra. NOI NON SIAMO LORO!”

Gli organizzatori dell’evento di protesta ci tengono a ricordare che “in zona arancione e rossa è comunque consentito spostarsi per esercitare il proprio diritto a manifestare”.