in

De Luca: “Contro i non vaccinati ci rimangono solo napalm e lanciafiamme”

C’è un Paese, la Germania, che si prepara a guardare in faccia all’emergenza Covid e affrontarla adottando misure drastiche eppure evidentemente necessarie, in un momento di grande emergenza per l’improvvisa risalita dei contagi. Con Angela Merkel che, come vi abbiamo rivelato sulle pagine de Il Paragone, si prepara a varare nuove regole che obbligheranno anche i vaccinati a presentare l’esito di un tampone negativo per avere accesso a locali ed eventi. E c’è un altro Paese, l’Italia, dove invece i virologi-santoni continuano a insistere sull’efficacia dei farmaci anti-Covid, ancora oggi unica soluzione presa in considerazione nella lotta al virus.

De Luca: "Contro i non vaccinati ci rimangono solo napalm e lanciafiamme"

Terza dose per tutti il prima possibile, come anticipato dal ministero della Salute. Poi somministrazioni anche ai bambini, e pazienza se qualche scienziato non si è ancora convinto. Il tutto in un clima di crescente ostilità verso i non vaccinati, ormai trattati alla stregua di veri e propri criminali. Ultimo a rincarare la dose è stato il governatore della Campania Vincenzo De Luca, che ha pubblicamente auspicato il ricorso a “napalm e lanciafiamme” contro chi ancora rifiuta le somministrazioni.

Soltanto una battutaccia, si dirà, nello stile di un personaggio non nuovo a certe uscite. E però decisamente fuori luogo in un momento di forte tensione all’interno del Paese, come dimostrato dalle tante manifestazioni contro l’obbligo di Green pass andate in scena da Nord a Sud. La politica, insomma, non farebbe male ogni tanto a dare il buon esempio. De Luca, invece, intervenendo sulla gestione della pandemia è partito alla carica: “Mi pare del tutto evidente che chi non si vaccina non può avere gli stessi diritti di chi vaccinandosi ha dato prova di senso di responsabilità” ha detto il governatore a margine della conferenza stampa per presentare le novità del programma Burocrazia Zero.

E ancora: “Cominciamo a capire qual è la ricaduta negativa di atteggiamenti irresponsabili che abbiamo conosciuto in queste settimane. L’irresponsabilità di chi finge di scambiare per libertà democratica quella che si chiama irresponsabilità”. Infine l’immancabile chiosa: “Ci rimane solo il napalm o il lanciafiamme”.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

Gibilterra, tutti vaccinati ma Natale in lockdown. È boom di contagi

I vescovi si scagliano contro i non vaccinati: “Egoisti, irresponsabili e indifferenti”