x

x

Vai al contenuto

Canone Rai, cambia tutto: ecco quanto costerà e a partire da quando

Pubblicato il 16/10/2023 17:36
canone Rai nuovo prezzo

Una promessa è una promessa. E così, la tassa più odiata dagli italiani, ovvero il Canone Rai, ha subito una drastica riduzione. Quale sarà dunque il nuovo prezzo dopo la decisione del governo? A partire dal 2024, gli italiani riceveranno questa bella sorpresa. ‘Un quarto del canone non viene più pagato in bolletta”, ha annunciato il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, nel corso della conferenza stampa a palazzo Chigi, al termine del Consiglio dei ministri che ha approvato la legge di bilancio 2024. Nella manovra approvata dal Consiglio dei ministri “c’è il primo intervento sul canone Rai che viene tagliato dalla bolletta dei contribuenti italiani”, aveva affermato poco prima il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, nel corso della conferenza stampa al termine del Cdm. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Ecco chi finanzia i terroristi”. Toni Capuozzo a muso duro. Tutta la verità dell’ex inviato di guerra

Il prezzo del Canone Rai passerà dunque da 90 a 70 euro l’anno. Un bel risparmio per gli italiani, a cui questa tassa proprio non va giù. “Ormai le nuove tecnologie permettono di vedere” i programmi televisivi anche tramite smartphone e tablet. “Qualora il presupposto impositivo dovesse essere il possesso di una utenza telefonica comporterebbe di ridurre il canone pro capite. Basti pensare che oggi il canone risulta pagato da 21 milioni di utenti e le utenze telefoniche attive sono circa 107 milioni”, ha spiegato il ministro Giorgetti. “Una progressiva riduzione dell’importo del canone Rai, con un taglio a cadenza annuale del 20 per cento, fino al suo totale azzeramento”, è la promessa. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Non sarà più il prete a dire messa”. Rivoluzione nella Chiesa: la novità che fa imbufalire i fedeli. Ecco da chi sarà sostituito

Canone Rai, il nuovo prezzo è solo l’inizio

La Rai dunque deve cambiare volto, a partire dal canone che “risulta oggi anacronistico e ingiusto, in quanto è dovuto per la semplice detenzione di apparecchi atti o adattabili a ricevere un segnale”, si leggeva nella bozza provvisoria del testo che AdnKronos aveva potuto visionare. Anche il Codacons esulta, tra quelli in prima linea a favore di una Rai che competa con le altre emittenti “a pari armi”. Ora il prezzo del canone sarà dunque di 70 euro, via via – promette il governo – sparirà.

Ti potrebbe interessare anche: “Ve lo meritate”. Vergogna Europa: l’ultimo attacco all’Italia è vomitevole