Vai al contenuto

“Bene la quarta dose, ma dovete sapere che…”, L’incredibile confessione di Bassetti. Cosa ci aspetta in autunno

Pubblicato il 27/07/2022 16:11

Ai microfoni di Riformista Tv, Matteo Bassetti ha deciso di parlare chiaro, mettendo in guardia gli over 60 chiamati a farsi la quarta dose sui futuri risvolti di questa nuova iniezione. Il direttore della Clinica malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, ha lanciato quello che sembra essere un vero e proprio avvertimento, specificando che: «Aprendo ai sessantenni abbiamo deciso di allargare di molto la platea. Le persone devono sapere che se oggi faranno la quarta dose, non saranno esclusi dal fare la quinta dose del vaccino aggiornato a ottobre. Molti pensano che se oggi fanno la quarta dose poi a ottobre, novembre sono tranquilli. Assolutamente no».
(Continua a leggere dopo la foto)

Se ti fai la quarta dose, devi fare pure la quinta

Insomma, il televirologo ha preannunciato che chi si sottoporrà alla controversa quarta dose, non si salverà dalla futura iniezione, lasciando intendere l’intento di imporre l’inoculazione anche della nuova versione aggiornata del vaccino contro le varianti: «Se ti vuoi fare la quarta dose oggi vai a fartela. Non c’è nessun problema, ma devi sapere che se arriverà, come ormai penso, il vaccino aggiornato, a novembre comunque farai la quinta dose», ha proseguito Bassetti.
(Continua a leggere dopo la foto)

I dubbi di Bassetti sulle decisioni del governo

Secondo l’infettivologo, però, il governo non ha agito in maniera opportuna: «Sarei andato a prendere uno per uno gli ultraottantenni e i fragili che non hanno fatto la vaccinazione, magari portando la vaccinazione a casa con i medici di medicina generale o con altre strutture e avrei magari pazientato un po’ di più con i sessantenni». E infine: «I sessantenni sani che hanno ricevuto tre dosi hanno una copertura nei confronti della malattia grave ancora eccezionale. Tuttavia la strada intrapresa dal governo è stata un’altra. Secondo me sarà un fallimento: arriveremo a settembre che non saranno moltissimi tra gli over 80 quelli che si saranno vaccinati».
(Continua a leggere dopo la foto)

Prepariamoci ai nuovi obblighi

A quanto pare esperti e governo non sembrano essere intenzionati ad allentare le vaccinazioni di massa. Tutt’altro. Sembrano essere in trepidante attesa di sottoporre tutta la cittadinanza italiana ad un ennesimo richiamo. Questa volta, il leit motiv della propaganda vaccinista sarà la protezione dalle varianti e dall”influenza stagionale, visto anche il richiamo dell’Oms delle ultime ore. Ci si prepari ad una pioggia di punture, dunque. Molto dipenderà dalle prossime elezioni.

Potrebbe interessarti anche: Rischio doppia vaccinazione, il ministero pronto alla campagna. Ma uno studio scientifico guasta “la festa”