in

Conti in tasca ai signori del vaccino: quanto hanno guadagnato Pfizer, BionTech e Moderna

Pubblicato il 15/11/2021 11:42

60 miliardi di dollari di ricavi in soli 9 mesi, con un profitto record complessivo di quasi 30 miliardi. Sono queste le cifre del business del vaccino, nel quale le aziende farmaceutiche si sono lanciate in fretta e furia appena esplosa l’emergenza Covid, consapevoli degli ampissimi margini di guadagno. Come rivelato dal Fatto Quotidiano, a spartirsi le fette più appetitose della torta sono stati in tre, i grandi produttori a tecnologia mRna: Pfizer, BionTech e Moderna.

Non poteva essere altrimenti, d’altronde, considerando che con l’esplosione della pandemia la domanda di vaccini è cresciuta praticamente all’infinito. Con un’offerta, di contro, concentrata nelle mani di questi grandi produttori, al centro di un vero e proprio oligopolio che ha permesso loro di dettare legge, imponendo cifre altissime ai governi in cambio di garanzie minime, come dimostrato dai dubbi che ancora oggi circondano i farmaci. Dati pazzeschi, quelli relativi agli incassi, e frutto soltanto dei primi 9 mesi del 2021.

Stando ai numeri riportati dal Fatto, Pfizer ha realizzato in questo lasso temporale la bellezza di 36 miliardi di dollari di vendite, frutto della vendita di 2,3 miliardi di dosi a un prezzo medio per dose di 15,6 dollari. La stessa azienda ha dichiarato di attendere entro fine 2021 ricavi totali tra gli 81 e gli 82 miliardi di dollari, il doppio delle entrate della fase pre pandemia. Un’impennata clamorosa, figlia ovviamente principalmente del vaccino, che ha contribuito a oltre metà dei guadagni.

Secondo le stime, alla fine del primo anno intero dell’era dei vaccini il conto finale salirà fino a un totale di circa 80 miliardi di dollari per il trio Pfizer/Biontech/Moderna, capaci di piazzare i loro vaccini ai vari Stati a prezzi anche 6/7 volte superiori ai costi di ricerca e produzione. Con la terza dose che trasformerà probabilmente la pandemia in una malattia endemica, in un alternarsi di richiami e nuovi cicli di somministrazioni. E con le casse dei signori del vaccino che si faranno via via ancora più gonfie.

Ti potrebbe interessare anche: Le fake news di Galli e Bassetti su Covid e bambini vengono smascherate

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“Ancora aspettiamo la lista delle patologie per l’esonero dal vaccino”. La denuncia dell’ex primario

Più contagi e decessi fra i vaccinati. Il nuovo report Iss (10/11) conferma il trend