in

“Senza pensione e possibilità di trovare un lavoro”, l’assurdo caso degli ex lavoratori Seat Pagine Gialle

Oggi vorremmo presentare l’ennesima storia di un cospicuo gruppo di ex lavoratori, nel caso specifico lavoratori della ex Seat Pagine Gialle Spa, i quali si ritrovano abbandonati dalle istituzioni in una sorta di limbo senza né fine e né inizio.

“La nostra situazione è paradossale ed assolutamente molto preoccupante per il nostro futuro prossimo, in quanto tra pochi mesi non percepiremo nemmeno più la NASPI”, ci scrivono i firmatari della lettera inviataci, all’interno della quale viene spiegata la loro assurda condizione.

“Alla data odierna siamo disoccupati, senza possibilità di accedere alla pensione e con l’impossibilità di trovare un nuovo impiego, considerata la nostra età di ultracinquantenni ed ultrasessantenni con situazione aggravata dalla emergenza sanitaria del Covid 19”.

La richiesta avanzata dai membri del gruppo alle istituzioni è quella di “poter usufruire della legge 416/81, relativa al prepensionamento dei poligrafici, con anzianità contributiva di anni 35”.

“Riteniamo si tratti di un diritto acquisito di cui dovremmo beneficiare in quanto:
– noi, ex dipendenti ex Seat Pagine Gialle SpA, posti in Cigs a partire dal 2015, Cigs finalizzata all’accompagnamento alla pensione con l’utilizzo della legge 416/81, purtroppo modificata  con l’introduzione del job act e la riduzione dello strumento Cigs rispetto all’arco temporale di un quinquennio 
– il mancato utilizzo dello strumento della legge 416/81 dei prepensionamenti dell’editoria in fase di trattativa tra le Parti Sociali in sede  ministeriale in data 2 luglio 2018
– la mancata assegnazione del godimento dell’ultimo anno di Cigs (facente parte del quinquennio su menzionato) da parte di chi decise le risultanze della trattativa del 2 luglio 2018, che ci avrebbe traghettati al gennaio 2020, anno a partire dal quale, dato il ripristino della legge 416/81, sarebbe stato possibile anche per noi accedere al prepensionamento stabilito da tale legge ripristinata a dicembre 2019
– fuoriusciti dall’Azienda in data 11.01.2019″

Gli ex lavoratori di Seat Pagine Gialle precisano: “Noi tutti avremmo potuto accedervi esattamente come vi stanno accedendo ora i nostri ex colleghi”.  

Il Cts: “Chi non si vaccina non avrà accesso a ristoranti, cinema, aerei e stadi”

Si chiama governo dei migliori perchè aiuterà l’élite e non i cittadini