Vai al contenuto

“Orgogliosa di essere italiana, ma la nostra sanità è allo sbando. Mio padre e la sua malattia”

Pubblicato il 30/12/2020 10:31

Di seguito riportiamo una delle numerose e-mail che ogni giorno riceviamo da parte di gente abbandonata dal governo.

“Buonasera Senatore, chiedo scusa se la disturbo ma volevo metterla al corrente di una situazione che rende ancora più evidente quanto la nostra sanità sia totalmente allo sbando.

Mio padre 74 anni è affetto da maculopatia degenerativa e puntualmente ogni mese deve essere sottoposto ad iniezioni intravitreali  che rallentano, ma non curano, la malattia. Detto questo per via del Covid ha dovuto interrompere la somministrazione aggravando la sua situazione…

Ma anche per i costi mensili che deve sostenere ho cercato e chiesto ovunque dalla regione Lazio alla Asl territoriale la possibilità di esenzione ma la risposta è stata unanime nessuno sa e nessuno può indirizzarmi… Tutto corredato dal fatto ancora più grave che  l’elenco delle malattie croniche e patologiche del ministero della salute è aggiornato al 2017 diciamo un po’ come il piano pandemico 🤦… Secondo le mie ricerche in Senato è fermo un disegno di legge, n 1419, riguardante la patologia in questione dal 17 luglio 2019.

Senatore non sono mai stata favorevole all’Europa fin dalla sua nascita e avevo solamente 10 anni… Io sono orgogliosa di essere italiana e vorrei vedere la mia bella e meravigliosa nazione come lo era un tempo… Lei è un uomo  forte e coerente con le sue idee. La stimo e mi auguro che riesca a fare tornare l’Italia a primeggiare in ogni ambito… La ringrazio per avermi ascoltato e le chiedo scusa per il disturbo ma volevo metterla al corrente. Le auguro a Lei e tutta la sua famiglia un buon 2021. Cordialmente Claudia Sferra