in

Facebook, rivoluzione in arrivo: i cari vecchi “mi piace” stanno per andare in pensione

Una vera e propria rivoluzione quella che potrebbe segnare a breve la storia di Facebook, il social network più utilizzato al mondo. A breve, infatti, c’è la possibilità che gli utenti siano costretti a dimenticare i cari vecchi “mi piace”, che potrebbero essere nascosti alla vista sulla falsariga di quanto è già accaduto dalle parti di Instagram.

La piattaforma per condividere scatti e applicare filtri alle proprie foto ha iniziato da maggio, infatti, a introdurre un nuovo layout (sbarcato anche in Italia) che nasconde i like sotto le immagini rendendo visibile il numero solamente al proprietario dell’account. Jane Manchun Wong esperta di reverse engineering, ha scoperto che anche Facebook ha iniziato a testare una funzione per nascondere il conteggio dei like e delle reazioni sotto un post nell’applicazione di Android.

La Wong è riuscita a giocare con il codice dell’applicazione “smontandolo” e scoprendo così che il social network di Menlo Park sta pensando di portare su Facebook la caratteristica che, a quanto pare, sta funzionando su Instagram. Nascondere il numero dei like servirebbe a raffreddare un confronto competitivo e distruttivo tra gli utenti, limitando inoltre l’autocensura che molti utenti mettono in atto poiché il numero di like ricevuti non li fa sentire adeguati all’ambiente social che li circonda.

Alcuni studi hanno infatti dimostrato che l’uso di social network può avere forti influenze sulla salute mentale degli utenti portando gravi stati di depressione e ansia. “Attualmente, con questa funzione inedita, il conteggio delle reazioni/like è nascosto a chiunque non sia il creatore del post, proprio come su Instagram. L’elenco delle persone che hanno gradito/reagito sarà comunque accessibile, ma il totale sarà nascosto” scrive Jane Manchun Wong sul suo blog spiegando la sua scoperta.

Potrebbe interessarti anche: https://www.ilparagone.it/consumatori/rincaro-conto-corrente-single/

Truffati dalle banche: arriva il call center che aiuta le vittime a farsi valere

Evasione fiscale, entra in azione la “Superanagrafe” dei conti correnti: ecco come funziona