in

“Useremo la bomba atomica se necessario.” Il ministro “sgancia” la dichiarazione, la replica di Netanyahu che lo sospende

Pubblicato il 05/11/2023 10:06 - Aggiornato il 06/11/2023 08:29

A parlare è il ministro israeliano di estrema destra per il Patrimonio edilizio del governo Netanyahu Amichai Eliyahu ntervistato alla radio Kol Barma e le sue parole aggiungono terrore a terrore. A rilanciare su Twitter le sue dichiarazioni è stato uno dei giornalisti, Yaki Adamker: “Non daremmo aiuti umanitari ai nazisti. A Gaza non esistono persone non coinvolte” (continua dopo la foto)
ULTIM’ORA “Schierato un sottomarino nucleare”. Gaza circondata, tensione alle stelle: cosa succede (VIDEO)

A quel punto il giornalista lo ha incalzato: “Maallora dovremmo sganciare una bomba atomica su tutta Gaza?” E lui ha risposto: “Questa è una delle possibilità”. A quel punto l’intervistatore gli è stato fatto notare che nell’enclave palestinese ci sono 240 rapiti, lui ha risposto: “Preghiamo e speriamo nel loro ritorno, ma in guerra ci sono anche dei prezzi”. Non si è fatta attendere la risposta di Netanyahu che ha anche sospeso il ministro: “Sono parole fuori dalla realtà. Israele e il suo esercito operano secondo i più alti standard del diritto internazionale per prevenire danni ai civili non coinvolti, e continueremo a farlo fino alla vittoria”.

“Qui crolla l’Europa!” L’Austria segue l’esempio della Gran Bretagna e scoppia la crisi. Cosa sta succedendo

“Prima di mettere foto sui social guardate queste immagini.” Il VIDEO diventato virale sui nuovi rischi digitali