Vai al contenuto

Arrestato Donald Trump. “La fine della giustizia in America”, il tycoon furioso alla prima udienza (VIDEO)

Pubblicato il 04/04/2023 18:46 - Aggiornato il 05/04/2023 01:01

È arrivato intorno alle 19.30, ore italiane, al tribunale di Low Manhattan Donald Trump, e si è rivolto verso i suoi sostenitori lì assiepati da ore, alcuni avvolti nella bandiera a stelle e strisce, facendo un saluto con il pugno alzato e ha detto poche, precise parole: “è un’udienza surreale”. Alla udienza nella quale deve rispondere di ben 34 capi d’accusa, che approfondiremo in seguito, secondo Abc Trump sarebbe arrivato di “buon umore” e “relativamente eccitato”. Le stesse fonti hanno spiegato che l’ex presidente si rivolgerà direttamente al giudice, senza affidarsi ai suoi legali, per dichiararsi innocente. Lo stato di arresto dell’ex presidente era sostanzialmente limitato all’udienza, durante la quale Trump è rimasto in custodia della polizia. Finito lo stato di custodia, l’imputato è libero almeno fino alla sentenza contraria. Nonostante questo si tratta comunque del primo presidente degli Stati Uniti a subire l’onta dell’arresto. Niente foto segnaletica e niente manette: lo stesso Trump, in realtà, aveva chiesto espressamente che gli fossero scattate le foto segnaletiche. L’idea, ha fatto filtrare il suo entourage, sarebbe stata quella di usare quelle foto in suo favore impiegandole per i manifesti elettorali della campagna presidenziale del 2024, a cui ha annunciato che si candiderà. Tra i 34 i capi d’accusa relativi alla sua incriminazione per il caso Stormy Daniels rientrano la falsificazione di documenti aziendali e la distrazione di 130mila dollari dei fondi della campagna elettorale per “comprare il silenzio” dell’ex pornostar in merito alla loro passata relazione. Proprio questa fuga di notizie (erano capi d’accusa secretati, ma li si conoscevano già da ore) ha portato Trump a dichiarare che chi “dovrebbe essere incriminato” sia lo stesso procuratore distrettuale di Manhattan, Alvin Bragg. Il video che riportiamo testimonia le proteste dei sostenitori di Trump davanti la procura. (Continua a leggere dopo il VIDEO)
>>> ULTIM’ORA. “Trump incriminato”, l’annuncio choc: le accuse contro l’ex presidente e cosa può succedergli ora

Frattanto, in una mail inviata ai suoi finanziatori, The Donald, ha scritto: “Oggi piangiamo la fine della giustizia in America. Oggi è il giorno in cui un partito politico al potere arresta il suo principale avversario per non aver commesso alcun reato”. Il tycoon è arrivato in procura scortato da un imponente apparato di sicurezza, che vede in campo gli agenti dei servizi segreti assegnati a ogni ex presidente. Juan Merchan, il giudice che formalizzerà le accuse a Donald Trump, ha motivato la sua decisione di vietare le telecamere in aula (ma non nei corridoi) ammettendo solo cinque fotografi che potranno scattare immagini “per diversi minuti” prima che inizi l’udienza. Una condanna risulterebbe in un massimo di quattro anni di carcere, ma è assai improbabile che l’ex presidente finisca in prigione: negli USA non accade per una cosa del genere se non hai precedenti penali, spiega il Corriere della sera. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Trump non è stato arrestato, ma scoppia il caso degli scatti fake: “Troppo realistiche” Ecco le FOTO

trump arrestato sostenitori manhattan

Sul social network da lui fondato, Truth, Trump proprio nelle scorse ore ha scritto: “I democratici della sinistra radicale hanno reso criminale l’uso del sistema giudiziario, questo non è quello che l’America dovrebbe essere”. È notizia delle ultime ore, inoltre, che lo stesso Trump abbia richiesto il trasferimento del processo a Staten Island, distretto newyorkese tradizionalmente repubblicano. L’ex presidente, ci informa l’Agi, dopo l’udienza di incriminazione dovrebbe lasciare New York subito, per tornare nella sua residenza, il resort di Mar-a-Lago di Palm Beach, in Florida, dove alle 20,15 (le 2,15 in Italia) farà un discorso rivolto agli americani. Invece, il procuratore distrettuale Alvin Bragg, che ha condotto le indagini contro Trump, terrà una conferenza stampa in serata.

Potrebbe interessarti anche: Bonus revisione auto, ecco come chiederlo (ilparagone.it)