Vai al contenuto

“Un No green pass alla Casa Bianca?” Robert Kennedy jr annuncia la candidatura alle primarie Dem (VIDEO)

Pubblicato il 06/04/2023 20:38

Sfiderà l’attuale presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, alle primarie del Partito democratico per le elezioni del prossimo anno. La notizia è di queste ore: Robert Kennedy junior, terzogenito di Bobby e nipote di John Kennedy, ha sciolto le riserve. E va detto che molte testate sin da subito si sono concentrate sul “figlio No Vax e No green pass di Bobby”. In realtà è un noto avvocato, scrittore di successo, nonché attivista per l’ambiente (da ben prima della psicosi di massa degenerata nei ben noti atti vandalici). E la politica, evidentemente, ce l’ha nel sangue. Ha anche le idee molto chiare: a proposito del Green pass, ha sempre affermato essere “Uno strumento contro la libertà”, una forma di controllo autoritario. Sia lo zio che il padre, come sanno anche le pietre, sono stati assassinati, pur se ufficialmente da killer solitari, secondo accreditate teorie per essersi messi di traverso a quello Stato profondo che regge le sorti del popolo (non solo) americano. Dunque, con un certo coraggio, anche lui ha sposato tesi che durante la pandemia andavano nettamente controcorrente. “Se mi candiderò – aveva affermato Kennedy a marzo, attraverso il tweet che riportiamo di seguito – la mia priorità assoluta sarà quella di porre fine alla fusione corrotta tra potere statale e aziendale che ha rovinato la nostra economia, distrutto la classe media, inquinato i nostri paesaggi e le nostre acque, avvelenato i nostri figli e derubato i nostri valori e le nostre libertà. Insieme possiamo ripristinare la democrazia americana”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Paragone e Kennedy, incontro in difesa della libertà e dei diritti

kennedy jr si candida primarie 2024

Ad esempio, nel 2021, nel pieno della presunta emergenza pandemica, oltre ad aver partecipato alla grande manifestazione contro il Green Pass che si è tenuta a Milano, ha dato alle stampe “The Real Anthony Fauci“, mai pubblicato in Italia. Il testo si incentrava su una accusa al più importante virologo statunitense di aver fatto da spettatore a quello che definiva “Uno storico Colpo di Stato contro la democrazia occidentale”. E di “Colpo di Stato” aveva parlato anche dal palco di Milano. Kennedy jr è un fervente attivista contro i vaccini, anche da prima del Covid, attraverso la sua organizzazione Children’s Health Defense. (Continua a leggere dopo il VIDEO)
>>> I social mettono il bavaglio a Robert Kennedy: contro le sue posizioni no-vax ora scatta la censura

Il 69enne Kennedy avrebbe “possibilità piuttosto remote” sfilare il posto da leader a Joe Biden, scrive Il Giornale d’Italia. L’attuale presidente, infatti, è ancora largamente appoggiato dal partito e gode di ampio consenso da parte della base dei Dem americani. Però ha quel cognome che pesa e che per molti americani è come se fosse quello della famiglia Reale che gli Stati Uniti non hanno mai avuto.

Potrebbe interessarti anche: Archiviata denuncia di 400 pagine contro Pfizer per gli effetti avversi (ilparagone.it)