Vai al contenuto

È caos in Francia, assaltata la Borsa di Parigi. Non si ferma la protesta sulle pensioni (il VIDEO)

Pubblicato il 20/04/2023 21:31

È dal 1789 che il popolo francese dimostra che, a differenza degli italiani, giusto per fare un esempio, quando decide di sollevarsi non arretra. E così, nell’avveniristico quartiere de La Défense, l’atrio della Euronext, la Borsa di Parigi, ha fatto irruzione un nutrito gruppo di manifestanti inferociti per la riforma delle pensioni. Nelle immagini che vi mostriamo si nota un gruppo di ferrovieri e altri lavoratori che irrompe nell’edificio, cantando e sventolando bandiere delle organizzazioni sindacali (altra differenza con l’Italia: lì i sindacati curano gli interessi dei lavoratori non soltanto a parole). Sventolando le bandiere, dunque, e accendendo fumogeni hanno occupato il luogo emblematico del capitalismo transalpino, cantando: “Siamo qui, siamo qui, anche se Macron non lo vuole, siamo qui”. Tale slogan è diventato popolare sin da quando grandi folle si sono radunate per le proteste e gli scioperi, scoppiati a gennaio a causa della decisione del presidente Emmanuel Macron di alzare l’età minima di pensionamento da 62 a 64 anni. La rabbia per la riforma continua senza sosta nonostante il fatto che la legge sia già entrata in vigore, scavalcando il voto del Parlamento, come rientra nei poteri del presidente della Repubblica francese. (Continua a leggere dopo il VIDEO)
>>> Le Pen asfalta Macron. Dopo le proteste in piazza il sondaggio è clamoroso. Cosa vogliono i francesi

“Continueremo fino all’abolizione della legge sulle pensioni”, hanno urlato i manifestanti nella piazza centrale de La Défense, in piedi accanto a uno striscione con la scritta “No alla riforma delle pensioni”. La protesta, che si è conclusa intorno alle 13, non ha avuto conseguenze sulle operazioni di scambio e contrattazione che si svolgevano all’interno, pur se l’atrio dell’edificio era pieno di fumo rosso proveniente dai razzi dei manifestanti. Altrove nella capitale francese, pallet di legno sono stati dati alle fiamme dinanzi a una lussuosa boutique di Hermès, come nella foto che pubblichiamo di seguito. “Vogliamo dimostrare che la mobilitazione continua” ha detto all’Associated Press Fabien Villedieu, capo di Sud Union. “Non lasceremo passare questa riforma”. L’azione a Euronext mira a mostrare “dove sono i soldi” ha aggiunto Villedieu. “Le multinazionali in Francia non sono mai state così ricche. Il problema è la distribuzione della ricchezza“. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Il più grande sciopero degli ultimi 30 anni.” In ginocchio il colosso europeo: “Aumentateci i salari!”

caos parigi assaltata borsa

È l’ennesimo simbolo del capitalismo che viene preso di mira dai manifestanti. Nei giorni scorsi le irruzioni avevano interessato una sede del colosso finanziario statunitense BlackRock e altre boutique del mega gruppo francese del lusso Lvmh, che il giorno prima aveva diffuso i suoi dati trimestrali, che registrano profitti da record. Contestato ieri in Alsazia, il presidente Emmanuel Macron, leggiamo su Il Fatto Quotidiano, è oggi a Ganges, nell’Occitania, tra imponenti misure di sicurezza.

Potrebbe interessarti anche: “Cinque procedure d’infrazione contro l’Italia”. L’Ue ci bastona (ilparagone.it)