in

Malori improvvisi, duplice tragedia in spiaggia. Due uomini di 50 e 68 anni stroncati in vacanza

Pubblicato il 25/08/2022 19:28

Questa volta la tragedia è duplice. Nella giornata di mercoledì 24 agosto 2022, due uomini di 68 e 50 anni hanno perso la vita sulle spiagge Savonesi a poche ore di distanza l’uno dall’altro. A nulla sono serviti i soccorsi dei bagnini, per entrambi fatali due malori. Continua la mattanza di questa assurda estate nera.
(Continua a leggere dopo la foto)

Come riportato dall’Ansa, la prima delle due vittime decedute nel Savonese nella giornata di ieri è un turista lombardo di 68 anni. L’uomo, secondo quanto raccontato, si trovava in vacanza a Pietra Ligure. Dopo essere arrivato in spiaggia, in uno stabilimento balneare del paese, il 68enne ha accusato un malore improvviso mentre si trovava in mare poco dopo le 11. I bagnini, che hanno visto l’uomo in difficoltà, sono intervenuti prontamente per riportarlo a riva per prestargli soccorso. Purtroppo però, a nulla sono serviti i tentativi di rianimarlo e il 68enne viene dichiarato morto poco dopo a causa di un malore. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri, il personale della capitaneria di porto e la polizia locale per cercare di ricostruire la vicenda.
(Continua a leggere dopo la foto)

La seconda vittima è un 50enne, che a poche ore di distanza dalla prima viene colto da un malore improvviso a Finale Ligure. Anche in questo caso, come riferito da Ansa, l’uomo si trovava in mare e mentre faceva il bagno è stato colto da un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo. Anche in quest’occasione i bagnini si sono subito tuffati in mare per riportarlo a riva e prestagli i dovuti soccorsi, ma i tentativi di rianimarlo sono stati vani.
(Continua a leggere dopo la foto)

I due nuovi decessi per malori improvvisi accaduti a Savona sono soltanto gli ultimi di quest’estate nera, che ha visto numerose persone crollare a terra sulle spiaggia italiane. Soltanto ieri abbiamo scritto di altri cinque morti per malore improvviso in diverse regioni d’Italia. La mattanza non sembra destinata ad esaurirsi.

Potrebbe interessarti anche: “La sofferenza unisce!”, il grido di battaglia di Ivana, danneggiata dal vaccino. Al via il suo evento benefico

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“La sofferenza unisce!”, il grido di battaglia di Ivana, danneggiata dal vaccino. Al via il suo evento benefico

La guerra decuplica il prezzo dell’energia. L’allarme delle aziende, ecco la cifra mostruosa di quante chiuderanno