in

Macron sfrutta la Brexit per prendersi anche Borsa Spa. Piazza Affari sta per finire nelle mani dei francesi

C’è un problema Borsa Italiana di cui nessuno parla che è di un’importanza capitale. Teniamo presente che al momento Borsa Spa è parte del gruppo London Stock Exchange (Lse). Con la messa in atto della Brexit, però, Londra uscirà dall’Ue, e questo comporterà inevitabilmente una perdita di centralità di Milano e di Piazza Affari. Come ha anticipato MF-Milano Finanza, è alla luce di questo che si deve leggere il nuovo progetto che intende creare una confederazione europea di listini sotto la guida di Euronext.

Euronext è un gruppo quotato ad Amsterdam e che vede la Cassa depositi prestiti francese all’8% del capitale. Se la cosa dovesse andare in porto, con questa strategia, la Francia (e quindi Macron) si prenderebbe la Borsa italiana.

Euronext, dunque, intende rilevare anche l’Italia, dopo aver inglobato Oslo che assieme a Parigi, Amsterdam, Lisbona, Dublino e Bruxelles compongono l’attuale rete di listini. Secondo quanto è riuscita a ricostruire MF-Milano Finanza “nel frattempo, l’ad del gruppo, Stéphane Boujinah, ritiene importante inglobare altre tre realtà nel piano industriale presentato a inizio mese: Italia, Spagna e Austria”.

Sempre su MF fanno sapere che “questo dossier sarebbe considerato prioritario dal governo francese, che opera d’accordo con l’Eliseo. Con i tassi negativi in Europa e in via di riduzione in gran parte del mondo, diventa così sempre più importante per le borse cercare di aumentare i volumi delle transazioni per alzare i margini. Di qui la necessità di accorparsi e la Brexit è un assist importante”.

“In questo senso Borsa Spa, con i suoi 523 miliardi di capitalizzazione, diventa una preda interessante. E qui si inserisce anche l’operazione del London Stock Exchange che a novembre (fra il 9 e il 13 del mese) presenterà all’assemblea dei soci il progetto di acquisizione di Refinitiv, la banca dati da 27 miliardi di dollari in mano al fondo Blackstone (55%) e al gruppo Thomson Reuters (45%)”.

Sempre da quello che si apprende su MF-Milano Finanza “Euronext starebbe valutando l’idea di acquisire in blocco Borsa Italiana: quindi non solo Piazza Affari, ma anche I’Mts, i servizi di post trading e il progetto Elite. L’intenzione è di valorizzare le pmi italiane, non solo le 130 che compongono l’Aim, ma l’intero segmento Star, offrendo la possibilità di essere quotate su tutti i listini e raccogliere maggiori capitali”.

Borsa, ritenuta un asset strategico per la sua operatività nei confronti dei Btp e dei segreti industriali custoditi a Piazza Affari sulle società della Difesa e delle tic, è monitorata da vicino da Mef, Banca d’Italia e Consob.

.

Ti potrebbe interessare anche: https://www.ilparagone.it/economia/macron-si-sta-prendendo-il-libano-cosi-la-francia-rovina-i-nostri-interessi/

Un’Italia che arranca anche in rete: perché, ancora oggi, fatichiamo a dirci “digitali”

Rivoluzione Twitter: da novembre stop alle inserzioni pubblicitarie politiche (a livello globale)