Vai al contenuto

“Ecco di chi è la colpa…”. Zaki torna alla carica al Tg1: la nuova sparata, tra mille polemiche (VIDEO)

Pubblicato il 12/10/2023 08:41 - Aggiornato il 12/10/2023 09:07

Patrick Zaki tira dritto per la sua strada, senza ripensamenti. Nonostante le recenti polemiche per le opionioni espresse sul conflitto tra Hamas e Israele, lo studente egiziano è tornato alla carica proprio nelle scorse ore, intervistato al Tg1 sulla crisi in corso in Medio Oriente che ha già provocato migliaia di morti e feriti. La posizione di Zaki, ancora una volta, ha fatto discutere: “La situazione che stiamo vivendo è conseguenza delle politiche dell’attuale governo israeliano. Non è sorprendente” ha spiegato l’attivista. Parole che, ovviamente, hanno fatto subito il giro dei social e scatenato la rabbia di tanti utenti. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Zaki non sarà a Che Tempo che Fa. L’annuncio di Fabio Fazio, il motivo del clamoroso dietrofront

zaki israele video

“Colpa di Israele…”. Zaki rincara la dose al Tg1 (VIDEO)

Zaki ha ribadito di “non essere a favore di nessuna uccisione di civili”. Da qui, poi, si è lanciato in quella che è sembrata un’accusa ai media: “Sento che non stiamo puntando l’attenzione sull’alto numero di palestinesi uccisi per anni e bombardati a ogni ora. Chi mi conosce sa che condanno tutte le violenze”. (Continua a leggere dopo la foto)

zaki israele video

Lo studente ha poi raccontato: “Un mio caro amico è un docente di un’università palestinese e ha perso dieci familiari, dovremmo prestare attenzione a entrambe le parti”. Sulla sua liberazione, invece, Zaki ha sottolineato: “La libertà ritrovata è una grande conquista. Grazie anche all’Italia che mi è stata accanto”. (Continua a leggere dopo la foto)

zaki israele video

Nelle scorse ore, lo stesso Zaki era stato al centro di un vero e proprio caso televisivo. Prima era stato annunciato come ospite d’eccezione della prima puntata di Che Tempo che Fa, pronto a esordire su Discovery sotto la guida di Fabio Fazio, poi tutto è stato rimandato a data da destinarsi. Anche per le polemiche, scontate, esplose nel frattempo.

Ti potrebbe interessare anche: “Una clamorosa falla”: così i terroristi di Hamas sono entrati in Israele. La scoperta