in

“Vaccino ai bambini? Saremmo dei cogl*oni se…”: il monito del virologo Crisanti

Andrea Crisanti torna a predicare calma sulla vaccinazione ai bambini. Una presa di posizione che il virologo ha assunto da settimane e che gli ha attirato non poche accuse in un Paese dove, ormai, criticare le scelte del governo porta inevitabilmente a essere etichettati come “no vax”. Alle pagine de La Verità, il professore ha sottolineato ancora una volta come gli under 16 “non sono piccoli adulti, sono diversi dal punto di vista fisiologico e metabolico”. I dati che valgono per i più grandi, quindi, non possono essere applicati anche a loro.

“I bambini devono crescere, devono sviluppare gli apparati riproduttivi” ha aggiunto Crisanti. Meglio dunque procedere con cautela, senza farsi prendere da ingiustificate frenesie: “Che fretta c’è? Sarebbe stato meglio aspettare”. Anche perché nel frattempo Paesi come Israele e gli Stati Uniti hanno invece deciso di dare il via alla somministrazione e forniranno quindi dati preziosi al resto del mondo.

"Vaccino ai bambini? Saremmo dei cogl**** se...": il monito del virologo Crisanti

A Franco Locatelli, membro del Cts che aveva detto nei giorni scorsi “se tutti aspettano i dati degli altri, allora non arrivano mai”, Crisanti ha replicato a distanza: “Io, se fossi stato consultato come esperto in America, avrei consigliato di aspettare. Lì invece i politici si sono voluti assumere questa responsabilità. Noi siamo cog*ioni se non gli andiamo dietro?”.

Crisanti ha poi sottolineato come questo clima d’odio, in cui non è più possibile muovere critiche, sia in realtà “benzina per i no vax”. Per poi concludere: “A giugno ci raccontavano che avremmo raggiunto l’immunità di gregge. Sono queste le vere fake news di Stato. L’efficacia dei vaccini? La comunità scientifica sapeva già da aprile-maggio che la protezione durava massimo sei mesi. Inoltre, era a conoscenza del problema delle varianti. Dunque, era chiaro che quella dell’immunità di gregge fosse una menzogna”.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Vaccino ai bambini, il Giappone lancia l’allarme: “Rischio di gravi effetti collaterali”

“Draghi pronto a misure estreme”: il retroscena dopo il fallimento del Super Green pass