in

Vaccinata e morta di Covid: la tragedia di Valentina, che sognava di fare la modella

Sognava di fare la modella, come sua madre, e sfilare in passerella per i più famosi marchi internazionali. Il sogno di Valentina Boscardin, 18 anni, è stato spazzato via però di colpo nel modo peggiore: la ragazza, come raccontato dal Corriere della Sera, è infatti morta nonostante la giovanissima età a causa delle complicazioni legate al Covid, che l’aveva colpita nei giorni scorsi. L’annuncio della tragedia è stato dato sui social dalla madre Marcia Boscardin, ex modella oggi presentatrice televisiva e imprenditrice.

Sognava di fare la modella, muore a 18 anni per le complicazioni del Covid: Valentina era vaccinata

Marcia ha postato su Instagram una foto che la ritrae insieme alla figlia, scrivendo: “È con grande dolore che dico addio all’amore della mia vita. Addio, Valentina Boscardin Mendes. Che Dio ti accolga a braccia aperte. Figlia mia, ti amerò per sempre. Un angelo sale al cielo”. La donna ha poi ringraziato i tanti fan e gli amici che in questi giorni erano stati vicini alla famiglia, non facendo mai mancare il proprio supporto.

Valentina Boscardin era stata ricoverata in un ospedale di San Paolo: stando ai media brasiliana, la sua situazione di salute si era complicata a causa di una trombosi causata dal Coronavirus. La madre ha spiegato che la figlia aveva regolarmente ricevuto due dosi del vaccino Pfizer e non aveva precedenti problemi di salute.

Il quotidiano spagnolo La Vanguardia ha riportato le dichiarazioni postate sui social dal giornalista Felipeh Campos, amico di famiglia, che ha spiegato: “La figlia dell’amata modella e imprenditrice Marcia Boscardin, è morta questo fine settimana, all’età di 18 anni e vittima di una trombosi dopo aver contratto il Coronavirus. Valentina era in ascesa e pronta a intraprendere una carriera internazionale, che tristezza. Riposa serena Valentina”.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Regno Unito, i contagi scendono ancora: cosa dicono i nuovi dati e l’annuncio di Boris Johnson

Crisanti insulta Bassetti e va in scena la tragicommedia all’italiana