in

Travaglio contro i tifosi Azzurri: “Notti magiche inseguendo il Covid”

Una nazione intera scesa in campo per celebrare un’impresa sportiva straordinaria, quella portata a termine dagli Azzurri di Roberto Mancini a Euro 2020. Con cori, lacrime di gioia, sorrisi. E qualche immancabile voce stonata. Un piccolo partito di politici, opinionisti e giornalisti che non aspettavano altro che un’occasione buona per scagliarsi contro gli italiani. E che, puntualissimi, sono andati all’attacco, criticandoli per i festeggiamenti in strada e tornando a parlare di restrizioni e lockdown.

Travaglio contro i tifosi Azzurri: "Notti magiche inseguendo il Covid"

Tra i “gufi” della prima ora, pronti già al fischio finale di Italia-Inghilterra, c’è sicuramente anche Marco Travaglio, uno che già nelle scorse settimane si era detto felice all’idea di un fallimento Azzurro per non dare una soddisfazione al premier Mario Draghi. Ragionamento decisamente forzato per giustificare la solita provocazione rivolta agli appassionati di calcio. Rincarata non appena hanno iniziato a circolare in rete le prime immagini di folle in festa nelle piazze italiane.

Ecco, allora, che Travaglio ha impugnato la tastiera e si è scagliato contro i suoi concittadini nella prima pagina dell’edizione del 13 luglio del Fatto Quotidiano: “Notti magiche inseguendo il Covid. Bella vittoria azzurra, pessime reazioni italiote. Morti, incendi e spari, 2 vittime più 1 affogato. Zero controlli, feriti e assembramenti. Anche per il pullman dei campioni, vietato e poi autorizzato”.

Insomma, a Travaglio quelle immagini di italiani riuniti per un momento di felicità liberatoria hanno fatto rivoltare lo stomaco. Non una parola, ad esempio, sugli stadi inglesi pieni, sul campo da tennis di Wimbledon affollato per la finale tra il nostro Berrettini e Djokovic, sui tifosi radunati per la Copa America in Brasile. Soltanto i nostri poveri Azzurri sono da criticare sempre e comunque. I gufi, quelli veri, non si smentiscono mai.

Ti potrebbe interessare anche: “La proroga dello stato d’emergenza?”, così Cassese distrugge Draghi e il governo

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“Rigiochiamola”: parte l’assurda petizione degli inglesi “disperati”

Vaccini, “ancora una volta l’informazione che ci viene fornita non è corretta”