in

Torna l’incubo lockdown: Speranza fissa già la data per le nuove chiusure

Pubblicato il 06/09/2021 15:59

Se pensavate che parole come lockdown, chiusure, zona rossa e via dicendo appartenessero ormai definitivamente a un passato da dimenticare il prima possibile, sappiate che vi sbagliate. E di parecchio. Certe parole suonano infatti sempre piacevolmente alle orecchie del ministro della Salute Roberto Speranza, uno dei primissimi tifosi da sempre delle limitazioni alla libertà degli italiani. E già tornato alla carica, anticipando quando e come potremmo ritrovarci a fare i conti con i vecchi, pesanti divieti.

Torna l'incubo lockdown: Speranza fissa già la data per le nuove chiusure

Intervistato dal Corriere della Sera, Speranza ha infatti innanzitutto difeso i vaccini, “lo strumento per evitare nuove misure restrittive”. Poi ha chiarito che con l’arrivo dell’autunno, se non aumenterà il numero di persone con due dosi, il rischio lockdown sarà inevitabile. “L’obbligo vaccinale? Non è una scelta già determinata e certa, ma uno strumento che abbiamo e se necessario andrà attuato senza paura”. Chiarendo poi: “Potremmo trovarci in difficoltà anche con più del 90% di vaccinati, o al contrario non avere bisogno dell’obbligo pur senza raggiungere quella quota”.

“Il virus esiste ancora, è forte e circola – ha poi incalzato Speranza – O rafforziamo ancora la campagna vaccinale, o siamo costretti a immaginare che a un certo punto bisognerà usare le misure del passato. In pandemia la coperta rischia di essere corta, o la tiriamo con forza dalla parte dei vaccini o dovremo immaginare nuove chiusure”.

Insomma, gli italiani dovranno vaccinarsi, a tutti i costi. Ignorando gli allarmi provenienti da ogni parte del mondo sulla scarsa efficacia dei farmaci anti-Covid contro le nuove varianti. Se non lo faranno, sarà necessario ricorrere a un vero e proprio obbligo vaccinale. E se poi tutto questo si dovesse rivelare inutile, con i contagi di nuovo alle stelle, si darà la colpa ai “no-vax”, termine ormai utilizzato totalmente a sproposito, e si chiuderanno di nuovo gli italiani in casa. Un futuro decisamente roseo, quello che ci si prospetta davanti. Per il quale non possiamo che ringraziare il ministro Speranza.

Ti potrebbe interessare anche: La Sicilia torna in giallo? Per l’assessore Razza la colpa è dei non vaccinati

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“I medici di base potranno allontanare i pazienti senza Green pass”: la proposta choc

Chi ha dubbi sul Covid viene azzittito con l’accusa di essere fascista