Vai al contenuto

“Una malattia fulminea.” Ore di apprensione per l’ex stella del motociclismo. Il mistero della malattia

Pubblicato il 11/01/2024 21:17 - Aggiornato il 11/01/2024 21:18

Il mondo dello sport, oggi, ha ricevuto due notizie drammatiche, accomunate da un particolare: stavano entrambi bene, sino a pochissimo tempo fa. Stava bene il noto allenatore Sven-Goran Eriksonn, prima di scoprire accidentalmente di avere un “turbo-cancro” che gli lascia un solo anno di vita; stava bene Anthony Gobert, 48enne australiano ex campione di motociclismo nelle categorie Superbike e 500c, poi colpito da una malattia fulminea e, oramai, in fin di vita. Un fulmine a ciel sereno. Lo straziante messaggio pubblicato da Aaron e Alex Gobert, il primo dei quali è anch’egli un motociclista professionista, riguardo alle condizioni del fratello ha lasciato sgomento tutto il mondo del motociclismo: “È con tristezza che dobbiamo annunciare che Anthony è attualmente ricoverato in cure palliative e si trova nelle fasi finali della sua vita a seguito di una fulminea malattia – siate consapevoli che forniremo eventuali aggiornamenti disponibili a tempo debito”, è il messaggio che riprendiamo dal portale sportmediaset. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Paragone: “Io candidato alle europee? Come stanno davvero le cose” (il VIDEO)

star delle moto male fulmineo

Chi è Anthony Gobert

Nei due decenni a cavallo tra il vecchio e il nuovo millennio è stato protagonista della Superbike e della classe regina del Motomondiale – che al tempo era ancora definito 500cc – facendo parlare di sé per il suo talento in pista come per i suoi eccessi: due squalifiche per doping e gli abusi di alcol e droga che ne hanno condizionato la carriera, comunque brillantissima. Il messaggio di Aaron e Alex Gobert si sofferma anche su aspetti delicati: “In questo momento difficile, i video di Anthony distribuiti durante quello che è stato un periodo estremamente travagliato della sua vita sono profondamente preoccupanti. Allo stesso tempo, a nome suo, dobbiamo ringraziare i suoi numerosi sostenitori durante tutta la sua carriera agonistica”. Un riferimento alle recenti vicende che hanno visto protagonista in negativo l’ex pilota. Nel 2019, infatti, Anthony finì in terapia intensiva dopo essere stato colpito con una mazza da baseball nella sua dimora. Anni tristi, quelli successivi al ritiro di The Go Show, come era soprannominato, devastati anche da un grave lutto personale: nel 2004 perse la fidanzata in un incidente stradale. Gobert è ampiamente considerato come uno dei talenti più prodigiosi, ma insoddisfatti, delle corse motociclistiche, come dimostrato durante la sua breve ma notevole carriera di successo sulla scena internazionale. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Ero sano. Ora mi resta un anno di vita”. Calcio sotto choc: l’annuncio della star

star delle moto male fulmineo

Malattie “fulminanti”, un atroce sospetto

Ancora sappiamo troppo poco, lo riconosciamo, ma la “malattia fulminante”, come anche nel caso di Eriksson, è stata talmente repentina e veloce che non si può non pensare al “turbo-cancro” che, in più occasioni, è stato indicato come una plausibile conseguenza del vaccino contro il Covid-19, che potrebbe portare alla progressione, recidiva e/o metastasi del cancro, come scrivevamo appena l’altro giorno trattando dello studio scientifico prodotto da Raquel Valdés Angues e Yolanda Perea Bustos, peraltro solo l’ultimo di una lunga serie attorno ai cosiddetti “malori improvvisi” e agli effetti avversi.

Potrebbe interessarti anche: Auto elettriche, l’Europa è nel mirino dei cinesi. Ecco perché Pechino punta tutto sull’export. Le previsioni