in

“Soffrirete”: l’avvertimento choc della Russia all’Italia, parole che fanno paura

Pubblicato il 07/09/2022 09:55 - Aggiornato il 07/09/2022 10:02

La Russia prende di mira direttamente l’Italia, consapevole delicata situazione che sta vivendo il nostro Paese e delle elezioni imminenti. Minacciando di costringere il nostro Paese a un durissimo inverno, come conseguenza delle sanzioni adottate nei suoi confronti dopo l’invasione dell’Ucraina. Il tutto mentre l’Ue continua a dirsi al lavoro per delle misure straordinarie che permettano di contenere il prezzo dell’energia, con una proposta che dovrebbe essere approvata il 15 settembre dalla Commissione Europea.

Stando alle indiscrezioni, le misure dovrebbero durare un anno e dovrebbe essere fissato un tetto al costo dell’elettricità intorno ai 180 euro per megawatora. Agli Stati membri sarà lasciata facoltà di redistribuire le risorse recuperate alle categorie più vulnerabili e alle Pmi. Prevista anche una “solidarity compensation”, una tassa sui profitti provenienti dall’estrazione di petrolio e gas o sul fatturato relativo all’estrazione. Nel frattempo, però, la Russia ha alzato nuovamente l’asticella della tensione.

La portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova, ha scritto su Telegram che il piano italiano per la riduzione della dipendenza dalle fonti energetiche russe, messo a punto dal ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani, “è imposto a Roma da Bruxelles, che a sua volta agisce su ordini di Washington, ma alla fine saranno gli italiani che dovranno soffrire”. Parole giudicate “folli” dal portavoce della Commissione Ue Eric Mamer. E che contribuiscono però ad accrescere la preoccupazione per un inverno che per le famiglie italiane rischia di trasformarsi in un incubo.

Gli attacchi all’Italia non si sono limitati alle parole. Nei giorni scorsi gli hacker russi hanno colpito il gruppo privato Canarbino, uno dei più importanti nell’import/export di gas, che ha però fronteggiato la situazione. Da Mosca è inoltre arrivato un filmato che mostra l’Europa al gelo a causa del mancato afflusso di gas russo, un filmato che porta il marchi dell’azienda di Stato Gazprom e che suona come l’ennesima, vera e propria minaccia.

Ti potrebbe interessare anche: Gas, lo scandalo che può far fallire l’Unione europea. C’è una nazione che specula sulle altre e fa affari d’oro

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Gas, lo scandalo che può far fallire l’Unione europea. C’è una nazione che specula sulle altre e fa affari d’oro

Una App per stanare i positivi. Ecco come funziona l’ultima invenzione per capire chi ha il Covid. Follia!