in

Si spegne nel sonno a 40 anni. “Davidone” portato via dall’ennesimo malore improvviso

Pubblicato il 16/11/2022 19:50

Durante la sua diretta del giorno Robby Giusti ha posto l’accento sull’ennesimo malore improvviso che ha portato via una giovane vita dagli affetti della famiglia. “Una tragedia difficile da spiegare. Che lascia un vuoto profondo. E che fa cadere nel dolore un’intera comunità”. Queste le parole usate da Rimini Today nel riportare la notizia presa in analisi dalla Iena Blu. Si tratta di Davide Bagnoli, 40 anni, di Bellariva.
(Continua a leggere dopo la foto)

“Davidone”, così veniva chiamato dal suo gruppo di amici scout. Per tutti era il “gigante buono”. Nella mattinata di lunedì 14 novembre il giovane uomo non si è più svegliato. Un malore improvviso lo ha colpito durante la notte, facendolo morire nel sonno. Sia amici che conoscenti lo avevano visto nel fine settimana a passeggio nel quartiere. E’ stato trovato dalla mamma in camera sua, allarmata dal fatto che Davide non si era alzato per fare colazione.
(Continua a leggere dopo la foto)

Non bisogna sottolineare quanto il fatto abbia gettato nel più totale sconforto familiari e amici. Davide lavorava da qualche tempo per una cooperativa che si occupa della raccolta dei monopattini sul lungomare. Sono molteplici i ricordi di chi lo ha conosciuto, soprattutto quelli legati alla sua passione di quando era ragazzino. Davide, infatti, era stato anche capo scout del “Gruppo Scout Agesci Rimini 5 “Giuseppe Buccari”.
(Continua a leggere dopo il video)

Sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio, sia sui social che attraverso il gruppo degli amici. “Ciao Davidone, Ti ricorderemo sempre sorridente ed entusiasta della vita. Ci mancherai fratellone nostro”, scrivono gli scout. “Ricordi bellissimi, per noi lupetti Davidone era il nostro gigante buono”. E ancora: “Eri un ragazzo molto buono, disponibile e un po’ ‘pazzo’. Eri il nostro Davidone”. Lascia la mamma Donatella, con cui viveva, e una sorella. Sembra che per il momento non sia stata disposta alcuna autopsia. Condoglianze alla famiglia.

Potrebbe interessarti anche: “Danno da vaccino, dovranno tutti essere risarciti”. Obbligatorio o raccomandato, le novità

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Danno da vaccino, dovranno tutti essere risarciti”. Obbligatorio o raccomandato, le novità

Finisce davanti ai giudici l’agenzia italiana che vigila sui farmaci (Aifa). Le ragioni dell’accusa