in

Rotondi: “Berlusconi può diventare presidente della Repubblica grazie ai voti del M5S”

Esiste davvero la possibilità che Silvio Berlusconi finisca al Colle, come successore di Sergio Mattarella nel ruolo di Presidente della Repubblica? Una domanda che in questi mesi si stanno facendo in tanti. Secondo il deputato di Forza Italia Gianfranco Rotondi, i numeri sarebbero però dalla parte del leader azzurro, che potrebbe realmente sperare in un suo ingresso trionfale al Quirinale. Anche perché ci sarebbero voti a sorpresa, insospettabili, a dargli manforte.

Rotondi: "Berlusconi più diventare presidente della Repubblica grazie ai voti del M5S"

Intervistato da Affari Italiani, Rotondi ha infatti spiegato che “in Parlamento ci sarebbe anche la possibilità numerica di questa elezione. Da amico che vuol bene a Silvio mi fermo a queste considerazioni: capisco che lo stress di una elezione presidenziale potrebbe non fargli bene”. Aggiungendo poi: “Il M5S ufficiale non voterebbe Berlusconi, vai a vedere poi nel segreto dell’urna come si comporteranno i parlamentari, oggi tutti impegnati in crescente revisione obiettiva della storia di Berlusconi”.

La possibilità insomma, secondo Rotondi, è che a sostegno di Berlusconi arrivino anche voti grillini, protetti dal segreto dell’urna. Come alternativa, il deputato di Forza Italia ha suggerito il nome di Gianni Letta: “Sarebbe il presidente che tutti gli italiani vorrebbero: autorevole, silenzioso, incisivo. Ma parliamo di un signore che non ha mai voluto fare neppure il deputato, e gli abruzzesi con la testa dura non li convinci facilmente”.

Rotondi ha poi manifestato tutto il suo scetticismo circa l’unità della coalizione di centrodestra, a suo dire meno amalgamata che mai: “Il centrodestra non esiste, è un contenitore, non un contenuto. Al momento parliamo di coalizioni senza sapere se ci saranno, e con quale legge elettorale voteremo. Il centrodestra è una finzione mediatica, politicamente non esiste tant’è che in tutta la legislatura non ha mai avuto una posizione comune rispetto ai governi”.

Ti potrebbe interessare anche: Bill Gates, “relazione sessuale con una dipendente”. Lo scoop del Wall Street Journal

Il ricatto del Marocco: un esercito di migranti pronti ad invadere l’Europa (e l’Italia)

Usato solo un decimo dei soldi stanziati. Il flop di “una delle più importanti misure di rilancio”