x

x

Vai al contenuto

“Ecco cosa c’è dietro le loro politiche buoniste”. Paragone a valanga: così smaschera la sinistra (il VIDEO)

Pubblicato il 16/12/2022 08:13

La sinistra è nell’occhio del ciclone ed è al centro di tutti gli scandali emersi nelle ultime ore, dai diritti umani al Qatargate, passando per corruzione e il caso Soumahoro. Mentre il centrodestra vola nei sondaggi e continua la luna di miele con gli italiani dopo il voto del 25 settembre, il Pd è arenato nel suo ennesimo estenuante congresso. Non una parola da parte del Sistema a cui fa riferimento, ma solo una semplice alzata di spalle e la volontà di mettere il più possibile tutto a tacere, sperando che il ciclone passi presto. A sinistra, quindi, le cose non stanno andando affatto bene, soprattutto perché sta venendo via, giorno dopo giorno, anno dopo anno, quella finta crosta di moralismo dietro la quale si sono voluti coprire per tutti questi anni, quando facevano passare l’idea che solo loro erano i puri e gli inscalfibili. Invece, gli ultimi scandali dimostrano (ancora una volta) l’esatto contrario. E con l’aggravante. Già, perché come ha spiegato molto bene Gianluigi Paragone – ospite della puntata di “Stasera Italia” in onda su Rete4 il 15 dicembre – spesso dietro le politiche buoniste della sinistra si nasconde ben altro. (Continua a leggere dopo la foto)

Il Parlamento europeo dovrebbe diventare un luogo tenuto molto più sotto controllo rispetto a quanto è avvenuto finora, ed è su questo punto che, dialogando con Barbara Palombelli, Paragone insiste: “La politica in Europa vale meno rispetto ai gruppi di pressione – ha detto durante “Stasera Italia” – Attorno all’Europarlamento ci sono grandi uffici legali che praticano il lobbismo in difesa delle multinazionali e di Big Pharma. Ma l’Europarlamento è troppo poco visibile agli occhi dei cittadini. È una di quelle istituzioni in cui i giornalisti si esercitano troppo poco nel controllo”. (Continua a leggere dopo il video)

Sferza Paragone: “Ad esempio, abbiamo fatto scivolare la notizia per cui von der Leyen ha negato gli sms nella trattativa con l’amministratore delegato di Pfizer. Se la democrazia vuole essere una vetrina di cristallo, allora deve cominciare a raccontare tutta la verità. Le Ong vengono utilizzate come schermo di politiche buoniste. E nessuno va a controllare. È notizia di oggi l’indagine che vede coinvolta la moglie di Soumahoro. Non vorrei avesse ragione Giorgio Gaber quando parlava del potere dei più buoni”.

Ti potrebbe interessare anche: “Il problema morale è un problema della sinistra”. Sgarbi disintegra il Pd in diretta (il VIDEO)