x

x

Vai al contenuto

Myrta Merlino asfalta Fedez: “Qui c’è una bella lista…”. La replica in diretta (VIDEO). Lo scontro continua

Pubblicato il 11/01/2024 09:03 - Aggiornato il 11/01/2024 09:50

Lo scontro tra Myrta Merlino e Fedez continua. Dopo essere stata pesantemente attaccata dal rapper per il fatto che la sua trasmissione “Pomeriggio 5” avesse mandato degli inviati sotto casa dei Ferragnez per fare delle domande sul pandoro gate e le altre operazioni benefiche, la conduttrice è tornata all’attacco, e ha replicato in diretta tv. “Fin qui le parole di Fedez tradiscono una certa insofferenza e, francamente, lo trovo comprensibile da un punto di vista umano – ha esordito Merlino – Non è un momento facile per lui e sua moglie, però io credo che dobbiamo ripartire dai fatti. E’ questo che ci piace fare ed è questo che facciamo. E quali sono i fatti? Che la moglie di Fedez, Chiara Ferragni, è un’imprenditrice importante, nota, che è a capo di una grande azienda che arriva a fatturare 100 milioni e che ha una grande influenza sugli italiani. Ebbene, è stata indagata per truffa e noi pensiamo che sia nostro dovere parlarne”. (Continua a leggere dopo il video)
>>> “Dovranno farlo tutti gli influencer”. Dopo il caso Ferragni, arrivano le nuove regole: cosa prevedono
>>> Uomini armati irrompono durante la diretta tv. Il VIDEO dell’assalto. Il Paese nel caos

Poi l’affondo finale contro il rapper che suona più come una sfida: “Dopodiché mi auguro, personalmente, che Chiara Ferragni potrà il prima possibile dimostrare la sua estraneità ai fatti, ma rimane il nostro dovere di informare e approfondire questioni, che dal punto di vista social, economico e, verrebbe da dire, anche giudiziario, a questo punto, sono questioni di non poca importanza – ha aggiunto Merlino – Per il resto, quello che voglio dire a Fedez è che noi siamo qui con la nostra bella lista di domande. Che se lui o Chiara volessero parlare con noi, volessero rispondere alle nostre domande, sarebbero i benvenuti in questo studio, ma anche sotto casa…”.

Ti potrebbe interessare anche: Germania, agricoltori in rivolta: l’Europa si mette a cuccia. Il gioco sporco di von der Leyen: cosa farà