in

“Malore improvviso”, muore un altro 17enne: l’emergenza silenziosa di cui nessuno parla. E il governo tace: perché?

Pubblicato il 22/06/2022 08:57

Siamo ancora qui, per l’ennesima volta da quasi due anni a questa parte, a dover riferire di un altro “malore improvviso”, di un’altra “morte improvvisa” di un giovane. Per la precisione un ragazzo di 17 anni, il quale il 15 giugno ha accusato un malore mentre nuotava in piscina alla Costoli di Firenze. Come scrive l’Ansa, il ragazzo era stato ricoverato d’urgenza all’ospedale di Careggi dove è poi morto nel pomeriggio del 16 giugno. Secondo una prima ricostruzione, il ragazzo era entrato in acqua, iniziando a nuotare e poi improvvisamente era andato a fondo. (Continua a leggere dopo la foto)

Era stato tempestivamente soccorso dai bagnini presenti a bordo vasca e riportato sulla banchina. All’arrivo dell’ambulanza il 17enne era stato stabilizzato e portato in codice rosso al pronto soccorso. Poi la morte. Sono davvero tante, troppe, le “morti improvvise” in questo periodo. Ed è davvero troppo assordante il silenzio del governo, del ministero della salute che non si sta minimamento curando di questa epidemia. Forse per paura di scoprire un’amara verità? Grande preoccupazione c’è in quasi tutte le regioni italiane, dopo il susseguirsi di notizie di ‘morti improvvise’ che procedono ad un ritmo impressionante. (Continua a leggere dopo la foto)

Decine di vittime, ragazzi, giovani e adulti, uomini e donne, che collassano di colpo nonostante non abbiano alcun problema di salute. Il Governo, però, pare non curarsene. I talk show nemmeno, figurarsi, eppure il numero purtroppo continua a crescere ogni giorno.

Ti potrebbe interessare anche: L’80% dei morti ha un ciclo completo di vaccino! Iss, il bollettino certifica il tonfo dei vaccini covid

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Immunità diplomatica e niente tasse: l’accordo “segreto” tra il governo e il centro di ingegneria genetica

“Il Covid non è una malattia grave”: l’appello che non ti aspetti dal pasdaran dei virologi