Vai al contenuto

“Stipendio raddoppiato grazie a una legge di Draghi”. La denuncia di Mario Giordano (VIDEO)

Pubblicato il 11/01/2024 15:49

Durante l’ultima puntata del programma Fuori dal Coro, in onda su Rete 4, il conduttore Mario Giordano ha affrontato diversi temi di stretta attualità politica. Bollando la polemica relativa alle celebrazioni di Acca Larentia e ai saluti romani come mera polemica strumentale. E concentrandosi, piuttosto, sull’aumento degli stipendi dei sindaci delle metropoli italiane, in particolare Milano e Roma, dove i primi cittadini hanno visto raddoppiarsi gli emolumenti per volontà di una legge firmata da Mario Draghi. L’editoriale di Giordano ha fatto rapidamente il giro dei social, scatenando le reazioni inferocite degli utenti. (Continua a leggere dopo la foto)
“Così spariscono le nostre arance “. L’allarme a Fuori dal Coro: “Un’altra eccellenza italiana a rischio” (VIDEO)

mario giordano

“Sono giorni che si parla solo del saluto fascista ad Acca Larentia – ha detto Giordano – un gesto che, peraltro, è stato fatto tutti gli anni, è quarant’anni che si fa e però quest’anno sembra essere diventato il grande, grandissimo problema. Noi siamo Fuori dal Coro e pensiamo che i problemi siano altri invece. E stasera vogliamo cominciare da un problema pratico, concreto: quelli che guadagnano tanti soldi in modo immeritato”. (Continua a leggere dopo la foto)

“Invece delle cose che non ci sono, cioè il pericolo fascismo, parliamo di quelle che ci sono, cioè maxi-compensi, maxi-aumenti, stipendi raddoppiati – ha detto Giordano – no, non è raddoppiato il tuo di stipendio (rivolgendosi al telespettatore), non è raddoppiato lo stipendio degli italiani che ci ascoltano, è raddoppiato lo stipendio dei sindaci di Milano e di Roma! Ebbene sì, una legge voluta da Draghi che aumenta gli stipendi di tutti i sindaci, ma quelli dei piccoli comuni che guadagnano poco poco hanno un aumento percentuale piccolo piccolo, invece i sindaci delle metropoli, che già guadagnavano piuttosto bene, si vedono raddoppiare lo stipendio da 7mila a quasi 14mila euro”. (Continua a leggere dopo la foto)

Tanti i commenti degli utenti, inferociti, che hanno subito accompagnato il post con il video dell’intervento di Giordano. Un utente meneghino ha scritto lamentandosi dell’azienda di trasporto pubblico della città: “Infatti ATM per risparmiare ha diminuito le corse dei mezzi pubblici, per risparmiare dal 30/01/2023 e Beppe Sala che fa? Si doppia lo stipendio”. Un romano si è invece concentrato sulla viabilità del centro: “In tema di sindaci, potreste dare spazio all’oscena ZTL di Gualtieri a Roma?”.

Ti potrebbe interessare anche: “Ero sano. Ora mi resta un anno di vita”. Calcio sotto choc: l’annuncio della star