Vai al contenuto

“Sconvolti”. Malore improvviso, 48enne muore alla festa per i 25 anni di matrimonio

Pubblicato il 08/10/2022 12:47

Una tragedia dopo l’altra. Un malore improvviso dopo l’altro. Una strage. Durante una festa per i 25 anni di matrimonio a Trani un uomo di 48 anni ha accusato un malore proprio davanti all’altare, morendo poco dopo. Lo riporta pugliareporter.com. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, ma per l’uomo purtroppo non c’era più niente da fare. Sul posto è intervenuta anche una pattuglia dei Carabinieri per i rilievi del caso. Ma questa è solo una delle notizie di questo tenore delle ultime 24 ore italiane. Ce ne sono altre, purtroppo. E dunque altre morti. Su questo giornale ne stiamo dando conto, giorno per giorno, perché siamo di fronte a un fenomeno assurdo che – guarda caso – coinvolge questo ultimo anno e mezzo. “Malore improvviso”, “morte improvvisa”, leggiamo ogni giorno da più parti. E soprattutto tra i giovani. (Continua a leggere dopo la foto)

Sempre nelle ultime 24 ore, si legge sul Messaggero: “Muore da solo in casa, probabilmente a causa di un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo. Pierpaolo Di Felice, geometra teramano che da poco aveva compito 46 anni, nel primo pomeriggio di ieri è stato trovato senza vita all’interno del suo appartamento al primo piano di un villino. A scoprire il decesso è stato il padre Nino, anche lui ex geometra. Preoccupato dal fatto che il figlio, con cui doveva vedersi ieri mattina, non gli avesse ripetutamente risposto al telefono, si è premurato di raggiungerlo a casa sospettando si fosse sentito male. Una volta varcato l’ingresso ha trovato il corpo del figlio senza vita”. E ancora… (Continua a leggere dopo la foto)

Sul Corriere Veneto: “Un insegnante attento, competente e molto riservato. I colleghi ricordano così Stefano Severino, il maestro elementare quarantaquattrenne trovato senza vita nella sua abitazione di Vigonovo. Non era da lui non presentarsi a scuola senza avvertire, ed è stata proprio questa stranezza a fare in modo che avvenisse il tragico ritrovamento. È morto solo Stefano. Le cause della morte sono ancora da definire. Per il momento, l’ipotesi più probabile è quella secondo cui a stroncare Stefano Severino sia stato un malore improvviso, ma è altrettanto possibile che sia caduto sbattendo violentemente la testa contro il pavimento o del mobilio e perdendo conoscenza”. E ancora…(Continua a leggere dopo la foto)

Su GalluraOggi: “La comunità di La Maddalena è scossa dall’improvvisa scomparsa di Matteo Canu. Non aveva ancora compiuto 30 anni, ma un malore improvviso lo ha portato via. La sua attività principale era quella di accompagnare i turisti tra le meraviglie dell’arcipelago con le escursioni della Elena tour navigazioni. Assieme alla compagna Sara era molto attivo nelle campagne per la pulizia dei fondali e delle scogliere organizzate dall’associazione ‘Un arcipelago senza plastica’. Una grande mobilitazione di volontari che si muovono in massa per ripulire il mare maddalenino dalle plastiche abbandonate dagli incivili e trascinate dalle onde. Matteo da anni era impegnato su questo fronte”. Ogni giorno è così, da un anno e mezzo a questa parte. Tante vittime, quasi tutti giovani, tutti per “malore improvviso”. Ma continuiamo a far finta di nulla.

Ti potrebbe interessare anche: Meloni e Renzi, voto shock al parlamento europeo: “Alleati per la guerra”. Scoppia la polemica