in

Malore improvviso in riva al mare: altre 2 “morti inspiegabili” segnano l’estate italiana

Pubblicato il 28/06/2022 12:50

Ancora tragedie che si consumano lungo tutto lo Stivale, in un’estate segnata dal drammatico boom di “morti improvvise”, come vengono definite in questi casi, che colpiscono persone di ogni età. Gli ultimi due episodi si sono verificati lungo le spiagge del Salento, in Puglia, dove dei turisti sono stati colpiti da malori fatali mentre si trovavano in acqua a fare il bagno.

Come riportato dalla testata locale Legge Prima, una delle due vittime “è Giorgio Fiocco, 71enne, originario di Latina. L’uomo si trovava nel Salento con la famiglia e questa mattina era a Torre dell’Orso, marina di Melendugno, nella baia delle Due Sorelle, una delle località di massimo richiamo, per via della sua grande spiaggia e il caratteristico paesaggio”. Quando i passanti si sono accorti del malore e lo hanno trasportato a riva, purtroppo la situazione era già disperata.

Sul posto sono intervenuti anche i militari della delegazione di spiaggia di San Foca, dipendenti dall’ufficio circondariale marittimo di Otranto. Il secondo episodio si è invece verificato a Otranto, sulla spiaggia del Voi Alimini Resort. “Qui, purtroppo, ha perso la vita Luigi Enio, originario della provincia di Vicenza, ma residente ad Agliè, nel Torinese, 77 anni appena compiuti”.

L’uomo ha accusato il malore praticamente appena messo piede nell’acqua della spiaggia centrale. Era quindi proprio sulla battigia. I bagnini del resort si sono subito attivati per trascinarlo fuori e praticare i primi soccorsi, è stato chiamato il 118, ma per lui non c’era più nulla da fare. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Otranto, ai quali sono stati delegati gli accertamenti, e la guardia costiera idruntina.

Ti potrebbe interessare anche: Il Fisco chiede 11.000 euro di tasse a un bimbo di 3 anni. Così “gestiscono” le nostre imposte

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“Ecco perché può scoppiare la terza guerra mondiale”: il delfino di Putin spaventa l’Occidente

Covid, Berrettini si ritira. Il tennis sempre più in preda all’isteria vaccinista