Vai al contenuto

“Mai così alti nel 2022”, ora lo certifica anche l’Europa. I dati sui decessi sono raccapriccianti. Eccoli

Pubblicato il 29/09/2022 19:08

L’eccesso di mortalità nell’UE è salito clamorosamente nell’ultimo triennio. Ma non solo, perché continua a crescere anche di mese in mese. Queste informazioni provengono dai dati sulla mortalità in eccesso pubblicati qualche giorno fa da Eurostat, ente formato nel 1953 che assolve al ruolo di ufficio statistico dell’Unione europea sotto la direzione della Commissione Europea. L’Istituto elabora dati provenienti dagli Stati membri dell’Unione europea a fini statistici, promuovendo il processo di armonizzazione della metodologia statistica tra gli Stati stessi. I dati presenti in questo articolo sono basati su una raccolta settimanale di dati sui decessi. (Continua a leggere dopo la foto)

Cos’è l’eccesso di mortalità

L’eccesso di mortalità si riferisce al numero di decessi per tutte le cause misurati durante una crisi, al di sopra di quanto si potrebbe osservare in condizioni “normali”. L’indicatore di mortalità in eccesso richiama l’attenzione sull’entità (ad esempio) di una crisi sanitaria, fornendo un confronto completo dei decessi aggiuntivi tra i Paesi europei e consentendo un’ulteriore analisi delle cause. In parole povere, si raccolgono i dati dei decessi per tutte le cause e si confrontano con forbici temporali antecedenti. (Continua a leggere dopo la mappa interattiva)

Ebbene, secondo l’Eurostat, l’eccesso di mortalità nell’Unione Europea è salito al +16% nel luglio 2022 dal +7% di giugno e maggio. Si tratta del valore più alto registrato finora nel 2022, pari a circa 53.000 decessi aggiuntivi nel luglio di quest’anno rispetto alle medie mensili del periodo 2016-2019. Si tratta di un valore insolitamente alto per questo mese. Il tasso di mortalità in eccesso è stato del +3% nel luglio 2020 (10.000 decessi in eccesso) e del +6% nel luglio 2021 (21 000 decessi in eccesso). “Sulla base delle informazioni disponibili, parte dell’aumento della mortalità nel luglio 2022 rispetto allo stesso mese degli ultimi due anni potrebbe essere dovuto alle ondate di calore che hanno colpito alcune parti dell’Europa durante il periodo di riferimento”, scrivono sul sito Eurostat. Ovviamente il condizionale è d’obbligo. (Continua a leggere dopo il grafico interattivo)

Il tasso continua a crescere

Luglio mese nero

L’eccesso di mortalità ha continuato a variare tra gli Stati membri dell’UE, con otto Stati membri che hanno registrato valori superiori alla media UE. I tassi più alti nel luglio 2022, più che doppi rispetto alla media UE, sono stati registrati in Spagna (+37%) e a Cipro (+33%). Segue la Grecia con +31%. Come dicevamo, diversi Stati membri hanno registrato un aumento del tasso di mortalità in eccesso nel luglio 2022 rispetto al mese precedente; gli aumenti più elevati si sono verificati in Grecia (+24 punti percentuali), Spagna (+21 punti percentuali) e Italia (+20 punti percentuali). L’UE ha registrato precedenti picchi di mortalità in eccesso ad aprile 2020 (+25%), novembre 2020 (+40%), aprile 2021 (+21%) e novembre 2021 (+27%). Dati che fanno da eco a diverse ricerche sull’aumento dell’eccesso di mortalità pubblicate precedentemente sulle nostre pagine.

Potrebbe interessarti anche: “Le mascherine non scompariranno”. La ‘trappola’ lasciata da Speranza scatterà il primo ottobre