in , ,

“L’Italia non è un Paese per giovani e famiglie! Da mamma e p.iva mi sento indignata da questo Governo”

Di seguito riportiamo la lettera inviataci da Diana Romano di ItalExit, mamma e partita Iva.

“L’Italia non è un Paese per giovani e per famiglie se non riconosce che per tutti gli studenti la scuola è salute anche e soprattutto in tempo di pandemia. I ragazzi non stanno bene e manifestano un disagio sempre più diffuso e grave, come confermato anche dall’Associazione degli Ospedali Pediatrici Italiani e dalle associazioni che tutelano infanzia e adolescenza.

Il nostro Paese continua a non proteggere i suoi cittadini più piccoli e i suoi ragazzi privandoli del luogo primario per la loro crescita: la scuola. Bisogna Ricordare che la tutela della salute della comunità non si esaurisce nella battaglia al Covid-19, ma deve necessariamente includere la difesa della salute psicofisica, oggi gravemente minacciata in bambini e adolescenti.

Da mamma di una bambina di 11 anni che frequenta la prima media mi trovo indignata da questo Governo che non solo non si preoccupa del bene dei nostri (e dei loro) figli, ma calpesta anche il valore dell’istruzione e della conoscenza. Mi domando come possano pensare di sviluppare un Paese Green quando i NOSTRI RAGAZZI NON HANNO PIU’ IL DIRITTO ALL’ISTRUZIONE! TUTTA LA SCUOLA È IN PRESENZA!

L’ultima di Grillo: corsi online per i 5 Stelle che vogliono tornare in tv

Ristoranti, altro che riaperture. Arriva l’ennesima presa in giro: il “pranzo lampo”