x

x

Vai al contenuto

“Lei ha bisogno di un analista”. Bocchino asfalta Giannini, che scontro in diretta! (VIDEO)

Pubblicato il 11/07/2023 13:56 - Aggiornato il 27/07/2023 11:06
Italo Bocchino Massimo Giannini

Siamo alle solite. La sinistra non riesce a uscire dalle sue solite narrazioni. E così ecco di nuovo Massimo Giannini, direttore de La Stampa, che parla di “filo nero” che unirebbe vicende giudiziarie, e non solo, del governo. Questa affermazione, ricordata dal conduttore di “In Onda” Luca Telese scatena Italo Bocchino. I due, infatti, sono stati ospiti del programma di La7 nella puntata del 10 luglio. Qui il giornalista non ha atteso a replicare: “Quella del filo nero è un’ossessione di Giannini che avrebbe bisogno di un’analisi freudiana, io non vedo alcun filo nero in circolazione”, afferma con un’ottima stoccata. Nel mirino, le parole del ministro dello Sport Andrea Abodi sul calaciatore Jankto che ha fatto coming out. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Arroganza”. Rivolta de LaStampa contro Massimo Giannini: cosa sta succedendo
>>> “Due monete in circolazione”. La scelta del Paese Ue, un colpo durissimo per l’euro e per Bruxelles

“Il coming out? Non amo le ostentazioni, rispetto le scelte”, aveva detto il ministro. Da qui, come era prevedibile, la sinistra ha iniziato a cavalcare l’onda. Incapace di fare opposizione sui temi veri, sull’economia, sulla giustizia e sulle libertà dei cittadini, eccoli sventolare di nuovo il vessillo dei diritti. Tutta la sinistra si è subito scagliata contro il ministro. Massimo Giannini compreso. “Io avrei anche bisogno di un buon analista – replica il direttore – ma Italo Bocchino non so di cosa avrebbe bisogno. Come fai a giustificare Abodi?”. (Continua a leggere dopo il video)
>>> “Furioso!” Caso Orlandi, l’ira del fratello e nella notte un “avvertimento”. Ecco come ritrova la sua auto

Risponde a questo punto Italo Bocchino, riprendendo il confronto: “Abodi non ha detto nulla di male, per me ha ragione”. Detto questo, interviene l’altra conduttrice del programma, Marianna Aprile, che spalleggia ovviamente per Massimo Giannini: “Fare il Gay Pride è una scelta, essere omosessuali no. Quindi cosa c’entrava con Jankto?”. Replica Bocchino: “C’entrava eccome. Il ministro quando parlava di ostentazioni parlava di quello che succede alle manifestazioni”. Poi, parlando del governo, ecco un’altra stoccata a Giannini: “La vostra campagna, quella dei giornali come il tuo, secondo cui questo governo sta per crollare, non sta in piedi. Meloni e la maggioranza sono in ottima salute”.

Ti potrebbe interessare anche: “L’Europa impoverisce le famiglie italiane”. Allarme delle banche: “Quanto costa agli italiani la scelta Ue”