Vai al contenuto

Non c’è posto in carcere e i criminali vengono liberati. Cosa succede nel cuore dell’Europa

Pubblicato il 29/09/2023 09:16 - Aggiornato il 29/09/2023 10:29
Inghilterra emergenza carceri criminali

A un numero sempre più crescente di criminali in Inghilterra e Galles vengono risparmiate le pene detentive a causa del sovraffollamento delle carceri. E già si sa che il problema nei prossimi mesi peggiorerà. Un problema, questo, che riguarda anche l’Italia. Guardare all’Inghilterra, dunque, è utile anche per capire come vanno e come andranno le cose da noi. Giudici e magistrati stanno concedendo alle persone la sospensione della pena anziché il carcere immediato, sulla base delle indicazioni che dovrebbero tenere conto dell’elevata popolazione carceraria. Esempi di criminali a cui è stata assegnata la sospensione della pena a causa delle condizioni carcerarie includono un detenuto che ha versato acqua bollente addosso a una guardia carceraria e la sua pena detentiva a 6 mesi è stata annullata; uno spacciatore a cui un giudice ha detto che ciò era dovuto “allo stato attuale delle carceri e al sovraffollamento”; e un trafficante di droga senza patente che ha guidato la polizia in un inseguimento ad alta velocità. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> La sinistra attacca Giancarlo Giannini, il modo in cui li asfalta è da Oscar. Ecco la sua “colpa”

Mark Beattie, presidente nazionale dell’Associazione dei magistrati, ha dichiarato al Guardian che ha curato l’inchiesta: “Il sovraffollamento delle carceri è ora un fattore da considerare quando il tribunale deve decidere tra una pena detentiva immediata o una pena sospesa. Le decisioni sulla politica della popolazione carceraria spettano ad altri. I magistrati continueranno ad applicare la legge. Tuttavia, è importante che qualunque decisione venga presa riguardo alle carceri, il governo garantisca che vi siano misure adeguate”. Operare molto vicino alla capacità carceraria avrà conseguenze sulle condizioni in cui vengono detenuti i prigionieri. Molti di loro si troveranno in condizioni di affollamento durante la detenzione, avranno un accesso ridotto ai programmi riabilitativi, oltre ad essere più lontani da casa (incidendo sulla possibilità di visite familiari). (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Andrea Purgatori, arrivano i clamorosi risultati dell’autopsia: cosa è stato scoperto

Inghilterra, emergenza carceri: criminali liberi

Mentre l’editto applicato a pene più brevi, pene detentive più lunghe per reati più gravi e il reclutamento di 20.000 agenti di polizia aggiuntivi, secondo le previsioni del Ministero della Giustizia (MoJ), la popolazione carceraria aumenterà a 94.400 entro marzo 2025 e fino a 106.300 entro marzo 2027, il che significa che la stretta peggiorerà nonostante i piani di costruzione delle carceri. Gli ultimi dati pubblicati mostrano che la popolazione carceraria è pari a 87.685, a un soffio dalla “capacità operativa utilizzabile” di 88.314 e in crescita del 7% in un anno. La situazione è aggravata da un arretrato record nei tribunali che ha portato al numero di persone in custodia cautelare, il numero più alto da 50 anni.

Ti potrebbe interessare anche: Belpietro, attacco a Napolitano: una scomodissima verità. “Ora basta bugie”