x

x

Vai al contenuto

“Post sessisti”, Gino Cecchetin nella bufera. Sui social esplode la polemica. Cosa sta succedendo

Pubblicato il 09/12/2023 14:54

Un vero e proprio attacco social, quello che si è scatenato nelle ultime ore nei confronti di Gino Cecchetin, padre di Giulia. A pochi giorni di distanza dai funerali della giovane studentessa veneziana, uccisa dall’ex fidanzato Filippo Turetta, il genitore è infatti preso di mira da alcuni utenti che hanno diffuso un suo presunto profilo sul social X, con foto, nome e cognome dell’uomo identificato come @ginother e autore, teoricamente, di alcuni post di carattere sessista e di commento non proprio galante ad attrici e personaggi dello spettacolo. Dopo la diffusione degli screenshot a lui attribuiti il profilo X è stato chiuso ed ora tutti i post non sono più visibili. (Continua a leggere dopo la foto)
Gino Cecchetin, l’annuncio di Fabio Fazio che scatena le polemiche

Si tratta di accuse gratuite, come spiegato da Open, mirate soltanto a screditare la figura di Gino Cecchetin, diventato simbolo della lotta contro i femminicidi a seguito della drammatica vicenda che ha coinvolto la famiglia. Il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara ha deciso di recente di far leggere il discorso del genitore nelle scuole. (Continua a leggere dopo la foto)

È possibile anche che qualcuno abbia hackerato quel profilo trasformando con questa intenzione qualche tweet esistente per farlo sembrare più violento. Come sottolineato da Open, che ha ricontrollato i vecchi post dell’uomo, la maggior parte dei messaggi incriminati aveva in realtà un contenuto prettamente politico. (Continua a leggere dopo la foto)

Dai messaggi si capisce, infatti, come a Gino Cecchetin non piacessero né Matteo Salvini né tantomeno il Movimento Cinque Stelle. Con qualche frecciata anche contro Matteo Renzi. Di post sessisti, invece, nemmeno l’ombra.

“Il nuovo trucco per entravi in casa”. Serie di furti con la nuova tecnica. La criminologa: “Gli errori da non fare”