Vai al contenuto

“Cosa cambieremo in Europa”. Soros choc: la notizia circola velocissima. Cosa farà il “filantropo”

Pubblicato il 31/08/2023 11:48
George Soros Unione Europea

Ogni volta che si parla del “filantropo” George Soros si drizzano le antenne. Che succede stavolta? C’è una novità clamorosa che dice molto sul futuro dell’Europa. Per la prima volta da trent’anni, la Fondazione per la Società Aperta fondata dal miliardario americano è in ritirata dall’Unione Europea. Dopo aver investito tanto per diffondere le idee di una società impostata sul politically correct, contro religioni tradizionali e i valori nazionali, Soros leva le tende e lascia il nostro continente. A confermare la notizia – che ha subito fatto il giro del mondo – è l’Associated Press, che ha visionato una mail riservata interna all’Open Society Foundations. Qui, il direttore degli uffici di Berlino, Thorsten Klassen, avvisava i colleghi che lo staff della sede tedesca sarebbe stato “ridotto dell’80%”. Non solo: “La nuova direzione strategica ha deciso il ritiro e la fine di gran parte del nostro lavoro corrente all’interno dell’Unione europea”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Alieni, scoperta storica di Harvard: “Ecco cosa abbiamo recuperato”. Il VIDEO sensazionale
>>> “Odia l’umanità”. Elon Musk distrugge Soros: il durissimo attacco al “filantropo”. Cosa ha detto (e perché)

Quali conseguenze avrà l’addio di George Soros all’Unione Europea? Come spiega Libero, Klassen ha motivato il pesante taglio alla presenza dell’Osf in Europa con la necessità di riallocare risorse in altre aree, questo perché l’Ue sta già finanziando pubblicamente lo sviluppo e la diffusione dell’ideologia di Soros. Quindi si può dire che il gioco è fatto. Ora ci sono altri continenti da contagiare. Dopo Berlino, chiuderà entro gennaio 2024 l’ufficio di Barcellona, mentre è in programma il taglio del 60% del personale della sede di Bruxelles e di una percentuale ancora da definire per la sede di Londra. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Una sciagura”. Toh, Draghi: come massacra l’Europa. L’intervista che non ti aspetti
>>> “Mascherine, ecco tutti i danni causati alla salute”. Lo studio che cambia tutto: i risultati choc. A cosa ci hanno sottoposti

George Soros, cosa c’è dietro l’addio all’Unione Europea

Come è noto, George Soros con il suo enorme potere e la sua enorme ricchezza finanzia organizzazioni e movimenti che di facciata promuovo i diritti civili, ma dietro questo asset ci sono sempre altri fini. La volontà è quella di distruggere la società tradizionale, l’idea di famiglia e promuovere le teorie gender. L’ultimo grande investimento, ora, è nel Green, guarda casa il nuovo cavallo di battaglia dell’Unione Europea. Soros è anche pro-immigrazione, pro-eutanasia, pro-depenalizzazione delle droghe. Oggi 93enne, ha lasciato la guida della sua fondazione al figlio Alex, 38 anni, che dovrà portare avanti i compiti del padre.

Ti potrebbe interessare anche: “Voglio sapere giorno e luogo”. Elly Schlein boom: il messaggio che fa esplodere il Pd