in

Fermiamo il Green pass europeo! C’è tempo fino a stasera: ecco come fare

In Italia e in Europa è accesissimo il dibattito sui cosiddetti passaporti vaccinali. E mentre il nostro governo ne sta già varando uno, in Europa si procede per formalizzare un Green Pass per tutti i cittadini dell’Ue. Fino a tutta la giornata del 22 aprile è infatti aperta la consultazione pubblica della Commissione Europea sul passaporto vaccinale Green Pass, che è al voto in Parlamento europeo il 28 aprile. Ciascun cittadino può dire la sua e commentare su questa proposta, loggandosi qui. Ad aprire la scheda si leggono già migliaia di commenti a sfavore del Green pass. L’invito è quindi quello di entrare in massa sul sito della Commissione e commentare negativamente questa iniziativa per bloccarla. (Continua a leggere dopo la foto)

Più si è, più si ha voce. L’opinione si può mandare anche in lingua italiana, e in forma anonima. La Commissione Europea legge e tiene in considerazione questi commenti, quindi è bene dire la propria. L’Ue sta puntando infatti ad un certificato digitale per consentire il ripristino della libera circolazione all’interno degli Stati membri in vista della stagione estiva. Il lasciapassare si chiamerà “Digital Green pass” e farà il suo debutto l’1 giugno, con un anticipo di quindici giorni rispetto al calendario inizialmente previsto. (Continua a leggere dopo la foto)

L’obiettivo è quello di renderlo pienamente operativo in tutti Paesi entro l’1 luglio. Il Green pass fornirà informazioni sulle condizioni di salute del suo possessore. In particolare serve a provare di non essere possibili vettori del Covid-19. Tutto questo comporta una valaga di nostri dati sanitari e sensibili da dare in mano a non si sa chi. Quali piattaforme gestiranno i dati? Come viene tutelata la privacy? E poi questo pass che livello di discriminazione ha? I problemi etici sono innumerevoli, l’iniziativa va bloccata. (Continua a leggere dopo la foto)

Il pass si scaricherà da un sistema di app che fornirà un codice QR da tenere nel cellulare o stampare su carta. Bisognerà dimostrare una delle seguenti condizioni: essere negativi al Covid-19; aver ricevuto uno dei vaccini riconosciuti da EMA; essere guariti dal Covid-19. E chi non può fare il vaccino? E a chi non viene ancora fatto perché la campagna vaccinale va a rilento? E chi non si vaccina per scelta? Si creeranno così altri cittadini di Serie A, altri di Serie B e altri ancora di Serie C. Eccola l’Ue.

Ti potrebbe interessare anche: “Ecco il vero contratto tra Ue e Pfizer”. E il giornale catalano mette in mutande la Commissione

Scontro nel governo, la Lega: “Non votiamo il dl sulle riaperture”

“Nessuna responsabilità sui danni”: svelato l’assurdo contratto Pfizer-Ue