x

x

Vai al contenuto

Ancora guai per Fedez, il tribunale ha deciso: “Deve vendere le sue quote”. Cosa sta succedendo al rapper

Pubblicato il 27/02/2024 19:40

È davvero un momentaccio per Federico Lucia, in arte Fedez. Dopo la rottura con la moglie, ora può perdere anche la società proprietaria del podcast “Muschio Selvaggio”, che potrebbe far capo esclusivamente all’ex socio Luis Sal. Per dirla in termini sociologici, una sorta di Self fulfilling prophecy, profezia che si auto-avvera: aveva detto lui, non molti giorni fa, di essere “nullatenente”, nel senso che fa capo tutto alle sue società. Una di queste è quasi perduta, per il Tribunale di Milano lo youtuber Luis Sal ha il diritto di rilevare le quote della società del rapper. Per chi non conosce i precedenti, un breve riepilogo: Fedez e il suo amico youtuber avevano fondato assieme il podcast, poi la lite tra i due e il podcast era rimasto in gestione al rapper. Ma, ora, Fedez è stato condannato dalla sentenza di Milano (sentenza, come vedremo, interpretata diversamente dalle due parti) a cedere le sue quote alla società di Luis Sal. La giudice Amina Simonetti, con ordinanza del 23 febbraio, ha difatti integralmente accolto il ricorso per sequestro giudiziario delle quote di Doom Srl, società gestita da Annamaria Berrinzaghi, madre di Fedez, dalla Muschio Selvaggio srl, promosso dai legali della Luisolve Srl, che è a sua volta la società di Luis Sal. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Macron all’attacco: “Ecco cosa faremo in Ucraina”. Mosca: “Se succede, sarà guerra”

fedez perde podcast sentenza

“Muschio Selvaggio”, il podcast conteso

Ora, secondo la nota dell’avvocato Nicolò Ferrarini del foro di Modena, che cura gli interessi della Luisolve Srl, “è responsabilità di Fedez determinare se intende conformarsi alla sentenza del tribunale, cedendo di conseguenza le sue quote davanti a un notaio, o se desidera trascurare la decisione, costringendo così Luis Sal a ricorrere nuovamente a vie legali per ottenere una sentenza che obbligherà Fedez a vendere le proprie quote e, di conseguenza, a ritirarsi (definitivamente) dalla gestione del podcast”. Hanno risposto immediatamente i legali di Fedez, che replicano: “Contrariamente a quanto affermato nella nota, il Tribunale di Milano non ha ‘decretato’ che le quote appartenenti a Doom debbano essere vendute alla società di Sal. L’ordinanza emessa è di natura cautelare e prevede la nomina di un custode per le quote della società Muschio Selvaggio Srl, di proprietà di Doom”. Ad ogni modo, TGCom24 ha ripercorso i primi passi della vicenda, che risalgono a giugno 2023: dopo alcune puntate in cui Luis Sal non era comparso all’interno del podcast, Fedez lo accusò di aver abbandonato il progetto. Luis Sal rispose con un video diventato subito virale (“Dillo alla mamma, dillo all’avvocato”) in cui annunciava al pubblico di doversi difendere dalle accuse. Nello statuto della società Muschio Selvaggio c’è la clausola cosiddetta della “roulette russa”, che prevede che, in caso di stallo delle società al 50/50, uno dei due soci abbia facoltà di fare un’offerta per comprare le quote dell’altro socio. Qualora quest’ultimo rifiuti, però, è il primo a dover vendere le quote. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Meloni infuriata, Salvini se ne va. Il retroscena dal consiglio dei ministri: “Tutti contro tutti”. Cosa è successo

fedez perde podcast sentenza

La clausola della “roulette russa”

Fedez aveva fatto tale richiesta, ma Sal rifiutò e passò alle vie legali, e oggi sa di aver ottenuto il parere favorevole del Tribunale e, dunque, non si può far altro che attendere le prossime mosse di Fedez che, tra il divorzio o quantomeno la separazione imminente e quest’altra tegola dovrà spendere un patrimonio in avvocati. Sic transit gloria mundi.

Potrebbe interessarti anche: “Possono trasmettere il virus”, da chi viene l’incredibile ammissione