x

x

Vai al contenuto

“Fallimenti a catena”. Germania nel caos: cosa sta succedendo, perché e il rischio “domino”

Pubblicato il 15/01/2024 10:32

Diciamolo, da una parte c’è una certa goduria ad assistere ai fallimenti tedeschi. In Germania, infatti, la situazione è nera. Però, come commenta sarcasticamente Gian Maria de Francesco su Il Giornale, “chi di austerità colpisce di recessione perisce”. Già, perché i dati sui fallimenti delle imprese tedesche, pubblicati nei giorni scorsi dall’Ufficio federale di statistica (Destatis), riportano richieste di insolvenza in aumento del 22,4% annuo a ottobre (+19,5% il tasso di settembre). E il dato è in aumento. Anche perché qui si analizzano solo le aziende che “cessano l’attività nell’ambito di un processo di insolvenza ordinato e non a quelle che chiudono i battenti da un giorno all’altro”. Il caso più eclatante è stato quello di Galeria Karstadt Kaufhof, terzo fallimento in 4 anni per la catena di grandi magazzini attualmente. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Giordano asfalta Renzi: una rissa mai vista (VIDEO) Poi il gesto che manda in tilt il programma: Berlinguer di sasso

Con il colosso in fallimento, ora il rischio serio è per i suoi 15mila lavoratori che rischiano il licenziamento. A inizio anno ha chiuso anche Bree, un’azienda di pelletteria. Non è un caso che il 2023, infatti, si è chiuso in piena recessione (-0,4%), e la crescita 2024 sarà essere inferiore a quella preventivata. Del resto è stata proprio Berlino, che comanda l’Europa, a spingere la Bce ad alzare i tassi all’impazzata. In più, il tanto sbandierato rigore nei conti pubblici con il quale hanno fatto la morale all’Italia ha penalizzato i consumi. “A novembre le vendite al dettaglio sono crollate del 2,4% su base annua”. (Continua a leggere dopo la foto)

Secondo Jonas Eckhardt, specialista della società di consulenza Falkensteg ripreso da Il Giornale, nel 2024 le insolvenze in Germania aumenteranno “di oltre il 30% tra le aziende con un fatturato annuo superiore ai 10 milioni di euro”. Dicevamo all’inizio che un po’ si gode a leggere questi dati della Germania. Però il problema è che, come noto, la nostra economia è strettamente legata alla loro. L’Europa sta fallendo in ogni sua funzione, e questo è il risultato che se ne ricava. L’austerity, il rigore, le imposizioni di Berlino hanno portato a questo, a un effetto domino che ora investirà tutti. Usciamone, prima che sia troppo tardi.

Ti potrebbe interessare anche: “Mi hanno fregato”. Prodi, rivelazione inedita e scontro con Vespa. La replica durissima (VIDEO)