x

x

Vai al contenuto

“Sei solo un cog***”. Insulti, poi i calci: per gli eco-attivisti stavolta finisce malissimo (IL VIDEO)

Pubblicato il 17/10/2023 10:39

Ancora una volta gli eco-attivisti sono tornati in campo in Italia, seguendo un copione già visto e rivisto e che, puntualmente, provoca tensioni con i cittadini. Che stavolta, come ripreso in un filmato diventato subito virale in rete, sono però passati alle mani. Tutto è successo nei pressi di Fiera Milanocity, all’incrocio tra viale Scarampo e viale Eginardo a Milano: un gruppo di manifestanti di Ultima Generazione si è seduto in mezzo alla strada senza preavviso, bloccando completamente la circolazione ed esponendo striscioni e cartelli per l’emergenza climatica. Tra gli automobilisti in coda, però, qualcuno ha perso le staffe. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Stupida”. “Che ca**o dice”. È scontro totale: Sallusti asfalta l’intellettuale radical chic (VIDEO)

eco-attivisti calci video

Alcuni cittadini, spazientiti per la forte perdita di tempo causata dalla manifestazione, sono infatti scesi dalle rispettive auto e hanno iniziato a gridare insulti agli eco-attivisti, sempre seduti in mezzo alla strada. Qualcuno ha cercato di spostarli di peso per liberare la strada. Un automobilista innervosito è andato invece decisamente oltre. (Continua a leggere dopo la foto)

eco-attivisti calci video

Nella clip si vede infatti un uomo gridare: “Che coglion*. Io ho studiato Ingegneria energetica, coglion* del cazz*, non sai un cazz*, vai a fare in cul*”. Un altro presente ha urlato: “Siete una massa di mongoloidi”. Infine, un automobilista è sceso per prendere a calci uno degli attivisti, immortalato da un cellulare. (Continua a leggere dopo la foto)

eco-attivisti calci video

Il video, diffuso dalla testata Agtw, è stato subito condiviso da tanti utenti, scatenando un acceso dibattito. La violenza, come ricordato da quasi tutti, è infatti sempre da condannare. Ma le modalità scelte dagli eco-attivisti per manifestare finiscono per creare puntualmente momenti di forte tensione, soprattutto in chi ha un’urgenza improvvisa e non può rimanere blocatto nel traffico per ore. Forse sarebbe il caso di ripensare quantomeno le modalità della protesta.

Ti potrebbe interessare anche: “Neutralizzato l’attentatore”: l’annuncio della polizia belga. E spunta un video del sospetto in Italia