in

Due gemelli muoiono di Covid a pochi giorni di distanza: uno era vaccinato, l’altro no

Una doppia tragedia che ha commosso la comunità di Viadana, nel Mantovano, quella che ha visto perdere la vita a distanza di quattro giorni l’uno dall’altro due gemelli, Paolo e Carlantonio Mantovani, di 71 anni. Entrambi avevano contratto il Covid dopo un viaggio fatto insieme: uno dei due era vaccinato, l’altro no. I due erano stati ricoverati nell’ospedale di Casalmaggiore, dove si sono spenti dopo aver lottato contro il virus.

Come raccontato dal Corriere della Sera, i due fratelli avevano contratto il Covid dopo una vacanza organizzata in Liguria a metà dicembre. Paolo era stato il primo ad accusare i sintomi e il 17 dicembre aveva effettuato il tampone, risultato positivo, decidendo così di rientrare immediatamente nel proprio comune di residenza. Carlantonio aveva deciso di seguirlo per accudirlo, scoprendo poi che anche il suo test era positivo.

A quel punto i due gemelli avevano contattato il pronto soccorso dell’ospedale di Casalmaggiore, struttura nella quale erano stati poi ricoverati. Pronto soccorso dell’ospedale di Casalmaggiore, dove sono stati ricoverati. Poco dopo la triste notizia della scomparsa di entrambi, a pochi giorni di distanza. La parrocchia Beata Vergine delle Grazie di Viadana ha voluto ricordarli con un post pubblicato in rete.

“Dopo pochi giorni dalla scomparsa del suo fratello gemello, ha concluso la sua esistenza terrena il caro Carlantonio Mantovani – si legge sulla pagina della parrocchia – Informatore farmaceutico, come suo fratello, trascorreva con lui molto tempo durante i mesi invernali, mostrando un legame di sintonia molto profondo”. Paolo non era vaccinato, mentre Carlantonio aveva ricevuto due dosi di vaccino.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“Il Green pass si può sostituire con l’autocertificazione”: gli avvocati spiegano perché

Green pass obbligatorio, gli avvocati in coro: “Ecco perché è una norma incostituzionale”