Vai al contenuto

A cena con le amiche, poi il mal di testa. Malore alla guida. Stroncate altre due vite dai “malori improvvisi”

Pubblicato il 12/11/2023 11:07 - Aggiornato il 14/11/2023 13:26

Doveva essere una serata tra amiche, le amiche di sempre, ma si è conclusa in tragedia. Inattesa e assolutamente inspiegabile, la morte di Gianna Bettinelli per il solito, maledetto “malore improvviso”, se escludiamo un po’ di mal di testa che di certo non faceva presagire l’esito così esiziale della serata. A fine serata, dopo la cena con le sue amiche ad Adria, in provincia di Rovigo, Gianna era già rincasata e con lei c’era l’amica sua più stretta, Adriana, che nel giro di brevi istanti ha assistito al consumarsi della tragedia, impotente. I primi riscontri indicano che la causa della morte potrebbe essere stato un ictus. La donna, 59enne, è caduta a terra e, nonostante i soccorsi tempestivi, il suo ricovero al Pronto Soccorso dell’ospedale “Santa Maria Regina degli Angeli” di Adria si è rivelato inutile. Il personale medico ha tentato disperatamente la rianimazione ma non c’è stato nulla da fare. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Malore improvviso davanti ai genitori. Muore la famosa influencer
>>> Il duro attacco dell’Economist alla Meloni. Ecco l’accusa del giornale controllato dagli Elkann

dopo cena auto malori improvvisi

Il cordoglio

La donna, che lascia l’anziana madre, era molto nota nel piccolo centro, in quanto membro del direttivo del consorzio Adria Shopping, associazione di commercianti ed artigiani della cittadina, ed era titolare di un’attività di parrucchiera in via Bocchi. Barbara Biasioli, ex vicepresidente di Adria Shopping, a nome di tutti i componenti, ha pubblicato un commosso messaggio di cordoglio: “Gianna era una persona solare, mai una parola fuori posto, sempre pacata e propositiva. È davvero una grande tragedia. Nulla, faceva presagire quello che è accaduto. Sono ancora incredula”. L’autopsia farà luce sulle cause esatte del decesso. L’ennesimo malore improvviso, dunque, secondo una formula asettica che cela, invece, l’inquietante e anomala realtà del “boom” di questi malesseri fatali e senza una apparente spiegazione, a partire dal 2021 in poi.
Forse, ancora più beffardo il destino di Stefano Saracini, di Pontelungo, in provincia di Ancona, che ieri mattina si è sentito male mentre era alla guida della propria auto, è finito fuori strada ed è morto, proprio mentre si stava recando all’Ospedale di Torrette per controlli di altra natura. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Instabilità dell’mRna”. Vaccini, la fuga di mail dall’Ema fa scoppiare un terremoto: ecco cosa è emerso

dopo cena auto malori improvvisi

La tragedia di Ancona

L’uomo, di 61 anni, ha perso il controllo del mezzo lungo la Strada Statale 16, ha invaso l’altra corsia e poi è finito contro una colonna del distributore di benzina, secondo quanto riportato dagli altri automobilisti che hanno assistito alla tragica scena. Immediato l’arrivo dei soccorritori del 118 con l’automedica e la Croce Rossa, come riporta il Corriere Adriatico, ancorché inutile: estratto dall’abitacolo, nonostante ripetuti tentativi di rianimazione attraverso il massaggio cardiaco, l’uomo è deceduto nella stessa giornata di ieri.

Potrebbe interessarti anche: Europa come Draghi. Paragone a valanga: “Burocrati non eletti”